scarica l'app
MENU
Chiudi
21/01/2021

«Terme in svendita Vogliamo tutti gli atti»

QN - La Nazione

Richiesta di Fanucci e Rastelli (Iv)
MONTECATINI TERME «Il patrimonio delle Terme rischia di essere oggetto di una colossale svendita e di una speculazione edilizia senza precedenti«. Gli esponenti di minoranza Edoardo Fanucci e Gianna Rastelli, capogruppo e consigliere di Italia Viva, chiedono al sindaco Luca Baroncini e alla giunta l'accesso agli atti per verificare le procedure amministrative poste in essere dal Comune per il recente bando dell'azienda e il prossimo a cui intende dar vita. «Sembra si siano verificati contatti - proseguono - sempre più avanzati e articolati con un soggetto interessato a realizzare oltre mille appartamenti nelle zone di maggior pregio di Montecatini, in particolare nel parco delle Panteraie, in pineta e nelle zone centrali ad alto pregio turistico e termale». Gli esponenti dell'opposizione ricordano che «il 16 novembre è scaduto il bando pubblico relativo a un piano di alienazione pari a 37 milioni e 255mila euro. Questa bando sostanzialmente è andato deserto. Da notizie emerse in consiglio comunale, l'amministrazione da settembre si è fatta promotrice di una richiesta di bandi alle Terme per concretizzare non si sa quale mai progetto amministrativo. Ci sembra di capire che ci sia la volontà di richiedere un ulteriore bando aperto a manifestazione di interesse, senza alcuna offerta vincolante all'acquisto. Le proposte, secondo quanto appreso in consiglio, non saranno suffragate da niente altro che generiche parole di attenzione verso una possibile e generica riqualificazione». I consiglieri chiedono alla giunta «le lettere, le mail e le note che il sindaco ha inviato a Regione e Terme per addivenire a bandi, gare o altri progetti con interesse pubblico. A questi vanno aggiunti i costi relativi alla produzione dei bandi e i preventivi per quelli da pubblicare. Il Comune produca le lettere e gli atti formali dove si chiede alla Regione di adempiere all'impegno di acquistare il Tettuccio». Domande per la Consulta della disabilità

MONSUMMANO TERME Il Comune ha pubblicato l'avviso per l'adesione alla Consulta comunale per la disabilità. L'amministrazione invita le associazioni e gli enti interessati a presentare le proprie domande entro l'8 febbraio prossimo, indirizzando il modulo - scaricabile dal sito web istituzionale - all'indirizzo di posta certificata comune.monsummano@postacert.toscana.it.