scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
31/03/2021

Terme dei Papi l’assessore ai Sensi: «Litri già stabiliti»

Il Messaggero

VERSO L'INCONTRO COMUNE-GESTORI PER DEFINIRE QUANTA ACQUA SARA' DESTINATA ALLA STRUTTURA
PALAZZO DEI PRIORI
«Non vogliamo certo fare la guerra ai Sensi: la gestione è privata, ma la proprietà delle Terme dei Papi è comunale». L'assessore Enrico Contardo li aspetta giovedì, per definire il futuro dello stabilimento e chiarire i dubbi sulla bozza di sub-concessione dell'acqua termale. Ma un punto sembra definito: per ora si prende quella che c'è, poi si vedrà. Contardo riconosce «la validità dell'operato della famiglia Sensi nella gestione dice - quindi nessuno vuole creare difficoltà. Ma il Comune, come subconcessionario, è obbligato a seguire la via indicata dalla Regione».
Come il patron dello stabilimento, Fausto Sensi, anche l'assessore è fiducioso: «Credo si riesca a trovare una soluzione in tempi brevi». I nodi emersi in questi giorni non sono pochi, a partire dal fatto che la bozza di contratto è sconosciuta alla controparte. «Non è stata trasmessa perché non è stata approvata dal consiglio. Ma in caso di modifiche non deve tornare in aula: è uno schema che va riempito tra le parti». Allo stato attuale non si arriva ai 23/24 litri promessi. «Magari non subito continua Contardo ma ci si arriverà. Il bando a cui ha partecipato Sensi nel 2017 li indica però come massimo. Il pozzetto ora porta tra i 20 e i 21 litri e dopo la chiusura delle Zitelle c'è la possibilità di tornare a quei livelli».
Sorgente del Bullicame: secondo i gestori si può evitare il bando. «Se fosse possibile, meglio così. I 5 litri provvisori - dice l'assessore erano solo nelle more della chiusura del pozzo San Valentino. E sappiamo quanto sia stato difficile arrivarci». I 35 litri chiesti da Sensi sono dunque impossibili da raggiungere? «In base al piano Piscopo sembrerebbe di no, vorrebbe dire rivedere tutto l'assetto dell'acqua termale. Dobbiamo garantire il funzionamento di terme libere, Bullicame, piscine Carletti, ex terme Inps e lasciare 4 litri al secondo in via sperimentale. L'acqua non è infinita conclude e le Terme dei Papi possono modificare l'altezza della piscina, come già suggerito. Se non firmano non possono presentare il progetto di ampliamento, è anche interesse loro chiudere questa partita».
Massimo Chiaravalli
© RIPRODUZIONE RISERVATA