scarica l'app
MENU
Chiudi
06/12/2018

TEOLO Potrebbe essere finalmente il momento della …

Il Gazzettino

TEOLO
Potrebbe essere finalmente il momento della svolta per la cittadella sportiva di Bresseo, da anni alla ricerca di un imprenditore in grado di qualificare e rilanciare un patrimonio rimasto per 25 anni in disponibilità dell'ex Calcio Padova e gestito in sole modalità tecniche per un altro lustro da un'associazione sportiva del territorio. Dopo un concorso di idee andato deserto ed un ulteriore rinvio della gara la scorsa estate, il Comune ha reso pubblico il bando che assicurerà all'aggiudicatario la concessione del polo sportivo per cinque anni. Riemerso a fatica e dopo un lungo contenzioso con la vecchia gestione del Calcio Padova che non aveva curato alcun investimento sulla struttura restituendola al Comune priva dei requisiti di agibilità e sicurezza, il centro sportivo di Bresseo è stato oggetto negli anni scorsi di investimenti che hanno sfiorato i 100 mila euro per diventare praticabile. Il nuovo bando si presenta finanziariamente interessante per imprenditori sportivi oltre che per società sportive disposte ad assumerlo. Il Comune nel predisporre il bando di gara in scadenza il 14 gennaio prossimo, oltre a porre come oggetto d'offerta i campi, la tribuna, e gli annessi sfruttati per anni dal Padova, ha inserito i campi utilizzati dalle società sportive locali come il Lugli e il Buratti ed il palazzetto dello sport. Al privato l'onere di gestire per cinque anni la struttura, accollandosi un onere di quasi 123 mila euro l'anno, 65 mila dei quali corrisposti dal Comune. La parte residua dovrà essere assicurata dai proventi economici del polo sportivo. L'aggiudicazione, oltre che sul ribasso rispetto al contributo comunale, avverrà sulla base della qualità dell'offerta imperniata sull'esperienza del conduttore, sulla modalità organizzative delle attività ricreative estive del Comune, nell'esenzione riservata a soggetti in situazione di disagio sociale e nella qualità complessiva del progetto di gestione. «Non resta che augurarci ha spiegato l'assessore al Bilancio, Matteo Turetta che imprenditori sportivi possano credere in un progetto di rilancio in grado di assicurare finalmente un ruolo strategico alla struttura. L'importanza del centro euganeo è infatti notevole non solo per le società sportive locali. Siamo convinti dell'ottimo lavoro fatto da chi ha dato finora continuità di utilizzo alla struttura. Ma se energie progettuali e soprattutto investimenti di qualità possano arrivare da fuori non fa differenza purché si rimetta finalmente in moto la struttura».
Lucio Piva