MENU
Chiudi
10/12/2018

Tennis Leoncavallo e piscina Due progetti per la rinascita

Corriere Adriatico

A Palazzo del Turismo prosegue la mostra Immagini come parole e parole come immagini di Marina Adruccioli
Sul vecchio circolo ora in degrado anche l'idea di un'accademia nazionale
GLI IMPIANTI
CATTOLICA Il sindaco Mariano Gennari non ha mai nascosto la sua idea per il rilancio turistico della città anche in chiave sportiva: la riqualificazione dello stadio Calbi non è che il primo intervento importante, perché altri due (almeno per ora) sono in arrivo e riguardano due strutture fondamentali, come il Tennis Leoncavallo e la Piscina Comunale. Ma al contrario del Calbi, questi progetti verranno portati avanti con la finanza di progetto (comunemente detta project financing) in cui sarà il privato ad accollarsi i maggiori oneri e rischi d'impresa. Una procedura nuova per Cattolica, non a caso affidata al Dirigente ai Progetti Speciali, Baldino Gaddi, chiamato dal sindaco Gennari proprio per affidargli queste incombenze.
Il bando Circolo Tennis
Le procedure per il progetto di riqualificazione del vecchio Circolo Tennis Leoncavallo, oggi in stato di degrado e abbandono, sono partite quasi un anno fa, grazie all'interessamento dell'ex tennista professionista Giorgio Galimberti, che ha avanzato una proposta molto suggestiva, in quanto oltre alla ristrutturazione, sorgerà una vera e propria Accademia del tennis, di livello nazionale, capace di attirare a Cattolica tantissimi campioni ma anche e soprattutto le promesse del tennis italiano, che li vorranno conoscere e allenarsi con loro.
Il progetto ha un valore di oltre 8 milioni di euro, mentre l'investimento totale è di 2.530.000 euro, di cui circa 900mila a carico del Comune. Sono previsti 8 campi da tennis (3 coperti), 2 campi da paddle, la ristrutturazione degli spogliatoi e la realizzazione di un nuovo edificio destinato a ospitare la Top-School e il nuovo Circolo. Il bando è scaduto a novembre ed è stata ammesa alla gara, per la prosecuzione delle operazioni relative alla fase di valutazione dell'offerta tecnica, solo la società Sport Real Estete di Galimberti insieme al Consorzio C.A.I.E.C. Soc. Coop.
Discorso diverso per la Piscina comunale, che non è affatto chiusa ma è attualmente in funzione e gestita con merito dalla società Asd Aldebaran. In questo caso la necessità del Comune era di riqualificarne la struttura, per offrire ai cittadini di Cattolica e agli utenti del bacino territoriale, una piscina comunale più accogliente e performante, ma anche garantire al gestore dell'impianto minori costi di gestione con riferimento alla produzione e al consumo di calore in rapporto alla natura particolarmente energivora del complesso.
Operazione conveniente
I lavori, così come proposti dal promotore privato, una Ati composta da Gruppo Società Gas Rimini Spa, SGR Servizi Spa e Intevento Pronto 24H srl, avranno un valore dell'investimento di 565.904 euro, ma tramite il project financing ci sarà un VFM (value for money) positivo e pari a 128.144 euro. Quindi molto conveniente per il Comune. Oltre a questo, i lavori di efficentamento energetico dell'impianto natatorio si inseriscono nel disegno più ampio dell'amministrazione comunale di creare un Campus Sportivo di Cattolica che costituirà un'attrazione non solo agonistica, ma più ampiamente turistica della Riviera Adriatica. I lavori dovrebbero venire eseguiti nel 2019, anche se al momento come specificato negli atti - la società Aldebaran, gestore dell'impianto, non ha ancora risposto alle richieste del Comune.
Daniele Bartolucci
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore