scarica l'app
MENU
Chiudi
26/09/2020

Teatro Michetti, è la volta buona

Il Messaggero

Ripresi i lavori nel cantiere infinito: presto nuovo tetto, la galleria e gli intonaci interni
L'INCOMPIUTA
È stato disposto il piano di ristrutturazione del teatro Michetti a seguito del sopralluogo nel cantiere infinito fatto ieri dagli assessori Luigi Albore Mascia (lavori pubblici) e Maria Rita Paoni Saccone (cultura) e dai presidenti delle commissioni cultura e lavori pubblici Manuela Peschi e Massimo Pastore. I lavori avranno inizio il prossimo 5 ottobre, a partire dalle operazioni per la posa del tetto. Una decisione condivisa da tutti che si inserisce nel piano di riqualificazione di strutture e aree urbane della città volte al potenziamento e allo sviluppo turistico; e il teatro Michetti, luogo da tempo dimenticato, non poteva che essere considerato strategico sotto questo profilo. «Oggi più che mai Pescara ha bisogno di spazi - sostiene la presidente Manuela Peschi. Per la sua collocazione questo edificio è una cerniera importante tra quella che potrebbe diventare l'area del Parco archeologico e il cuore di Pescara vecchia, una delle zone di sviluppo turistico della città, valorizzata anche dalla presenza di strutture come il Museo delle Genti d' Abruzzo».
Si tratta di portare a termine l'appalto rimasto sospeso a seguito alla risoluzione del contratto con la ditta De Cesare di Chieti, che si era aggiudicata i lavori, attraverso interventi incisivi come la sostituzione della struttura con elementi in legno lamellare. Si procederà poi con la realizzazione di una nuova galleria in cemento armato, della copertura di altre opere murarie.
I TEMPI
I lavori si completeranno intorno alla metà di novembre con l'intonacatura interna ed esterna e con una pavimentazione nelle scale interne, nei camerini e nel foyer, nonché interventi sugli infissi e di tutti gli impianti con esclusione dei macchinari. Un vero e proprio rifacimento di un edificio teatrale che è stato un tempo luogo glorioso per tanti artisti e per la città e che ora si appresta a brillare con la sua storica facciata liberty su viale D'Annunzio. Il tutto «per una spesa complessiva di un milione 361mila euro, finanziati con fondi Fas - ha dichiarato l'assessore Luigi Albore Mascia -. È pertanto necessario riavviare i lavori rimasti a lungo sospesi ed imprimere un'accelerazione». Per la collega Paoni Saccone, l'obiettivo è «superare le difficoltà legate al periodo per restituire alla città un pezzo della sua storia».
Cristina Squartecchia
© RIPRODUZIONE RISERVATA