scarica l'app
MENU
Chiudi
03/07/2020

Taxi, cinque nuove licenze Presto un’app per prenotare

Eco di Bergamo

Ad ottobre in città (e nel bacino aeroportuale) gireranno cinque nuovi taxi a basso impatto ambientale. Il Comune di Bergamo, che si presta a pubblicare il bando, prevede infatti forti premialità per i veicoli elettrici o ibridi. Parallelamente il Consorzio dei taxisti Co.ta.be, dopo l'emergenza Covid, ha ripreso il progetto per la App che consentirà di prenotare e pagare con un click.

Intanto ieri in Giunta è passata l'informativa che apre l'iter del bando: «Regione Lombardia ha assegnato a Bergamo 41 licenze di cui 36 attive - illustra l'assessore alla Mobilità Stefano Zenoni -. Abbiamo quindi una "scorta" di cinque licenze, assegnate con un bando che sarà pubblicato entro fine luglio, a cui seguirà una selezione a settembre e l'aggiudicazione ad ottobre. È un discorso avviato con Co.ta.be prima del Covid, la situazione ha cambiato anche il settore del "trasporto non di linea", ma crediamo che queste nuove licenze siano un elemento importante per garantire più copertura del servizio, come previsto dal "Position paper". Il bando conterrà alcune richieste sul tipo di veicolo: quelli a benzina o diesel dovranno essere di ultima classe ambientale, avranno invece una premialità spinta i full electric, un po' meno gli ibrid plug-in». L'assessore porta in evidenza alcuni numeri, come le 80 licenze di Brescia o le 4.900 di Milano (sulle 5.300 sparse in regione).

I cinque nuovi taxisti potranno muoversi nel perimetro del bacino aeroportuale (44 Comuni che comprendono gli hub di Orio, Linate e Malpensa), «ma non sarebbe male se operassero un po' di più in città» non nasconde Zenoni, pronto a rispolverare gli sconti per i giovani e le donne: «I vecchi buoni erano macchinosi - commenta -, ma quando Co.ta.be avrà messo a punto la app il Comune potrà agganciarsi scalando direttamente il buono al momento del pagamento. Ci sono progettualità da riprendere, rimaste nel limbo pre-Covid, come il tema della tariffa unica Bergamo-Orio. Colgo l'occasione per ringraziare i taxisti, che hanno sempre lavorato nonostante la situazione di potenziale pericolo». • Diana Noris