scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
26/01/2021

Tavullia contro la crisi «Buoni, sconti e risorse»

QN - Il Resto del Carlino

Pandemia e resistenza
TAVULLIA Buoni per fare la spesa, riduzione della Tari e risorse per sostenere le spese delle famiglie (bollette, affitti, rate del mutuo prima casa e, in caso di figli a carico, per spese di istruzione e formazione dal nido all'Università). Continuano le azioni dell'amministrazione comunale di Tavullia per aiutare famiglie e attività penalizzate dall'emergenza sanitaria grazie alle risorse del Fondo Covid. Per quanto riguarda i buoni spesa, scade il 26 gennaio il bando per accedere alla seconda tranche. Al beneficio possono accedere coloro che non hanno già ricevuto i ticket a dicembre 2020. Si tratta di buoni per un valore complessivo di 120 euro per i nuclei familiari con un solo componente, buoni per 180 euro per nuclei familiari composti da 2 componenti, buoni da 240 euro per famiglie con 3 componenti, buoni da 300 euro per famiglie composte da 4 componenti e, infine, buoni da 340 euro per nuclei con 5 componenti. Sul fronte delle attività economiche, entro la prossima settimana verrà aperto il bando riservato a quanti siano stati maggiormente penalizzati dall'emergenza sanitaria per chiedere il rimborso della terza rata Tari. Infine, entro fine mese verrà pubblicato il bando che stanzia 100mila euro a sostegno delle famiglie. «Continuiamo a lavorare per sostenere famiglie ed attività economiche mettendo in campo misure economiche concrete che, speriamo, possano aiutare la nostra comunità a superare l'emergenza sanitaria - spiega il sindaco di Tavullia Francesca Paolucci -. A dicembre, grazie ai fondi stanziati dalla Protezione civile, abbiamo assegnato una prima tranche di buoni spesa alle famiglie in difficoltà. Su un fondo da 50mila euro ne abbiamo impiegati 36mila e così ora pubblichiamo un altro bando per chi non ha già ricevuto i ticket. Con un altro bando, in uscita a giorni, andremo invece a rimborsare le attività economiche che hanno pagato la terza ed ultima rata della Tari dopo che nei mesi scorsi l'amministrazione aveva provveduto ad anticipare la seconda rata. Con questa operazione, grazie ad uno stanziamento complessivo da 35mila euro, ci faremo carico della Tari per le attività colpite dalla crisi nel periodo marzo-dicembre 2020. Infine con il terzo bando mettiamo a disposizione delle famiglie di Tavullia 100mila euro, sempre del fondo Covid, che potranno essere utilizzati per il pagamento delle utenze, dell'affitto, delle rate del mutuo prima casa oltre che, in caso di figli a carico, per le spese di istruzione e formazione». Significativa anche l'intenzione di assumere, da parte del Comune, due nuovi dipendenti in sostituzione di due pensionati: un operaio specializzato e un elettricista.