scarica l'app
MENU
Chiudi
31/05/2019

Tariffa puntuale La differenziata premia 14 comuni

Corriere della Sera - Thomas Bendinelli

Dalla Provincia 84 mila euro. Camuni al top
La tariffa puntuale premia chi differenzia di più. Premia i cittadini, che pagano meno tasse, ma premia anche le amministrazioni. La Provincia ha dispensato 84 mila euro ai Comuni più virtuosi: il tesoretto è stato diviso tra 14 amministrazioni, al top parecchi comuni camuni. E ora la provincia alza ulteriormente la posta: il nuovo bando prevede premi fino a un totale di 100 mila euro.

a pagina 3

A Nuvolera la tariffa sui rifiuti è inferiore di circa il 30 per cento rispetto a cinque anni fa. Lo scorso anno Rezzato ha invece guadagnato 150 mila euro dalla plastica differenziata di buona qualità. Piccoli esempi di economia virtuosa sul territorio, di pratiche quotidiane che mettono in sinergia politiche pubbliche e comportamenti responsabili dei cittadini. Ieri in Broletto è stato presentato il nuovo bando provinciale che incentiva i piccoli Comuni a passare alla tariffazione puntuale sui rifiuti, in tutto 100 mila euro.


Quello vecchio, fatto nel 2017 e arrivato in dirittura d'arrivo qualche giorno fa, ha erogato contributi per 84 mila euro a 14 Comuni, la gran parte della Val Camonica. Soldi che sono serviti per adeguare il sistema dal punto di vista tecnico e soprattutto sono stati da stimolo per far partire tutto il meccanismo e l'impianto per la contribuzione.


Tariffazione puntuale significa far pagare di più chi non fa buona raccolta differenziata e di meno chi invece si impegna, differenzia e riduce, in tal modo, i rifiuti che non possono trovare una seconda vita. Va a braccetto con il porta a porta, mette in gioco più soggetti, dall'Amministrazione pubblica al cittadino passando per i centri di raccolta a chi, materialmente, lavora nella raccolta dei rifiuti casa per casa. Nella tariffa puntuale il 60% circa resta quota fissa, ma il resto può variare in modo talvolta significativo.


«Il sistema puntuale - ha sottolineato ieri il presidente della Provincia Samuele Alghisi - fa anche pagare di meno ai cittadini virtuosi (e di più a quelli che non lo sono, ndr) ma soprattutto permette anche di avere un prodotto migliore». Prodotto ovvero rifiuto di qualità che non è più tale ma entra appunto nel circuito dell'economia circolare. «È un sistema molto responsabilizzante - ha aggiunto Alghisi -. Viene meno il calcolo di superfici abitative e numero di componenti della famiglia, cresce il peso di quanto si differenzia. All'inizio c'è sempre un po'di resistenza al cambiamento, poi crescono i comportamenti virtuosi».


I soldi del vecchio e del nuovo bando non sono molti ma servono a incentivare questo processo.


«Sono iniziative che rivelano un indirizzo - ha osservato il vice presidente della Provincia con delega all'ambiente Guido Galperti -, un impegno in una certa direzione».


Ieri era presente anche Marco Apostoli, rappresentante in Broletto per la lista a impronta ambientalista Provincia Bene Comune: «Condividiamo il percorso e la necessità di focalizzare l'attenzione sul tema rifiuti». Che finiscono in discarica, nel termovalorizzatore o rientrano nel circolo dell'economia circolare. E che pesano anche economicamente: a titolo di esempio la Provincia, dalle tariffe dei rifiuti incassa il 5%, che vale qualcosa come sette milioni di euro all'anno. Il tema è aperto, compreso quello della riduzione a monte dei rifiuti. Oggi (dalle 16 alle 19) se ne parlerà anche in un workshop tematico in Sala Sant'Agostino di palazzo Broletto, promosso dal Club per l'Unesco di Brescia in collaborazione con la Provincia.


Tre - come ricordato ieri da Irene Bonera del Club - i tavoli tematici su sostenibilità economica di bilancio, scambio di esperienze fra i Comuni e coinvolgimento dei cittadini e delle scuole nelle politiche dei rifiuti.


Thomas Bendinelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I comuni «virtuosi» Abitanti Utenze Coefficiente Assegnato (in euro) Collebeato Malegno Niardo Nuvolera Ossimo Pian Camuno Darfo Boario Terme Ono San Pietro Braone Cerveno Capo di Ponte Losine Gianico Edolo 4.637 2.020 1.991 4.749 1.446 4.673 15.530 974 692 663 2.453 608 2.161 4.568 1.969 958 1.191 1.919 1.324 2.142 11.451 515 356 433 1.299 401 985 3.262 4,0 4,0 4,0 4,0 4,0 4,0 1,5 4,0 4,0 4,0 4,0 4,0 4,0 4,0 7.876,0 3.832,0 4.764,0 7.676,0 5.296,0 8.568,0 17.176,5 2.060,0 1.424,0 1.732,0 5.196,0 1.604,0 3.940,0 13.048,0 TOTALE ASSEGNATO 84.192,5 L'Ego - Hub

~

Alghisi

Il sistema puntuale fa pagare meno ai cittadini virtuosi

~

Galperti

Queste iniziative rivelano un indirizzo in una certa direzione