scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
06/05/2021

Tari, a luglio non si pagherà Rata spostata al 18 ottobre

Eco di Bergamo

Il Comune di Bergamo cancella la rata della Tari di luglio, vista la situazione pandemica e le nuove regole fissate da Arera (Autorità di regolazione energia, reti e ambiente) sulla gestione rifiuti. La prima rata si pagherà il 16 settembre, «mentre ne viene introdotta una nuova il 18 ottobre - spiega l'assessore al Bilancio, Sergio Gandi -; vengono invece confermate le rate del 16 novembre e 17 gennaio. Rinvio per problemi tecnici e alcuni provvedimenti governativi». La modifica al regolamento è passata ieri in 1a commissione con l'astensione delle minoranze in vista del consiglio. Passa (astenute le minoranze) il nuovo regolamento per gli acquisti di lavori, servizi e forniture sotto soglia sulla base del nuovo codice degli appalti, che consente l'affidamento diretto per lavori sotto i 150 mila euro e servizi sotto i 75 mila. Tra le novità la possibilità di «estromettere l'operatore che si dimostra inadempiente - spiega la funzionaria comunale, sollecitata da Sonia Coter, 5 Stelle -. Lo inseriamo in una lista nera, ci prendiamo questa responsabilità». Stefano Rovetta (Lega) chiede rassicurazioni sul principio della rotazione degli operatori: «Non possono partecipare a due gare successive - spiega la funzionaria -, il principio viene ben esplicitato nel manuale operativo, che segue gli indirizzi di Anac (Autorità anticorruzione, ndr)».Diana Noris