scarica l'app
MENU
Chiudi
03/10/2019

Sulle Mura le note e i sapori Un sabato ideato dagli studenti

Il Tirreno - Francesca Ferri

Il 5 ottobre dalle 16 alle 19 appuntamento con "Musicalmente degustando" un percorso di assaggi e performance sonore realizzato dagli istituti superiori grosseto
grosseto. Un concerto di suoni e sapori "conquista" le Mura medicee di Grosseto. Sabato 5 ottobre, dalle 16 alle 19, le scuole della città "conquistano" l'antico esagono con "Musicalmente degustando", evento multisensoriale nato grazie alla collaborazione di Provincia, Comune di Grosseto, istituzioni scolastiche, attività e associazioni locali, e finanziato dai fondi europei del bando Pon Azione 10.2.5C che ha tra le sue finalità il "Potenziamento dell'educazione al patrimonio culturale, artistico, paesaggistico". Il progetto raccoglie la sfida di portare le emozioni della musica e le sensazioni del cibo fra le persone, nelle strade e nei bastioni della città. Suoni e udito, odori e olfatto, gusto, tatto e vista saranno i canali tramite i quali questa esperienza si fonde e si esprime. L'idea è quella di collegare le sensazioni evocate dalla diversa timbrica delle varie famiglie degli strumenti musicali al cibo, con una predilezione per i prodotti del nostro territorio. Nel percorso musicale le persone avranno modo di ascoltare la musica, di vedere gli artisti impegnati e gli strumenti stessi, di toccare con mano la gestualità che accompagna il musicista e di avvicinarsi agli strumenti, di odorare lo strumento stesso, perché fabbricato con prodotti naturali (legno, pelli, tessuti etc...) e di gustare, ovvero vivere il "gusto musicale" con le varie tonalità che verranno poi associate a cibi specifici del territorio.Protagoniste assolute sono le scuole. Il Polo Bianciardi, insieme all'istituto Leopoldo II di Lorena, ha curato organizzazione e gestione della festa; liceo musicale si occuperà della musica; gli studenti dell'indirizzo sala e cucina dell'istituto Alberghiero penseranno al palato dei visitatori. L'obiettivo è sviluppare un percorso multisensoriale lungo le mura cittadine.La manifestazione di sabato ha una genesi lunga. L'idea di coinvolgere gli studenti delle scuole grossetane è stata per la prima volta avanzata il 29 maggio 2017 dall'associazione Grosseto al Centro che, con una proposta pubblica al Comune (riportata all'epoca anche dal Tirreno) chiese al sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna di creare un tavolo per creare un progetto che coinvolgesse gli studenti nella rigenerazione e valorizzazione delle Mura (la proposta prese il titolo di "Le Mura agli studenti").In fase di progettazione, oltre a Grosseto al centro e a Dritti alla meta, sono state coinvolte le scuole superiori Leopoldo II di Lorena, Fossombroni, Manetti, Bianciardi, Rosmini; Comune e Provincia di Grosseto, per il coordinamento generale; Fondazione Grosseto Cultura; la scuola di musica Giannetti e il Museo di Storia Naturale, per il supporto in ambito documentario e naturalistico per la flora cittadina; la Fondazione Mura. L'intero progetto presentato all'Ue per il finanziamento dal bando Pon Azione 10.2.5C, si compone di 15 moduli, ciascuno del valore di 7.082 euro, per un totale di 106.230 euro. --Francesca Ferri