scarica l'app
MENU
Chiudi
28/07/2020

«Sul complesso bandistico gara d’appalto obbligatoria: il resto sono solo parole» Il sindaco Scullino risponde alle accuse sui contributi negati al sodalizio «Polemiche infondate e pretestuose: abbiamo seguito le normative»

Il Secolo XIX - Loredana Demer

il casoLoredana Demer / ventimiglia«Non capisco perché, e soprattutto come, un sindaco possa intervenire per modificare il risultato di una gara d'appalto pubblica». Da qualche giorno finito nel mirino delle opposizioni per aver escluso dopo 144 anni dai fondi comunali la Banda musicale Città di Ventimiglia lasciando spazio all'Orchestra filarmonica giovanile (che, comunque, rappresenta sempre la città), il sindaco Gaetano Scullino, reagisce restituendo strali al mittente. E non risparmia alcuna critica ai detrattori. «Non vedo cosa c'entrino il primo cittadino e gli altri amministratori in tutta la vicenda - commenta - Capisco che l'opposizione strumentalizzi, ma una gara d'appalto è una gara e gli esiti sono la conseguenza di valutazioni e atti formulati dagli uffici preposti». Scullino tanto meno ha gradito l'intercessione a favore dello storico gruppo musicale ventimigliese da parte di Luca Anghinoni, maestro della Banda musicale di Borghetto San Nicolò-Città di Bordighera: «Non replico al responsabile della banda di un altra cittadina che probabilmente parla senza sapere. Ma vorrei chiedergli se nella sua città operano due bande e con entrambe siano state siglate dal Comune convenzioni e concessi contributi. Non credo proprio».A Bordighera, oltre alla storica banda di Borghetto San Nicolò, da alcuni anni promoziona la città anche all'estero ed è attiva con diversi concerti l'anno l'Orchestra Sinfonica creata dall'ex amministrazione Pallanca e diretta dal Maestro Massimo Dal Prà. «Come al solito quando ben si amministra e si cambiano le cose qualcuno si lamenta - dice ancora Scullino - Alla mia amministrazione interessa continuare a sostenere e coltivare la cultura musicale e quella bandistica in particolare. Il nostro amore per la musica è grande, non ci interessano i vari problemi interni. La città di confine continuerà ad avere una Banda Città di Ventimiglia ed è questo l'importante. Non voglio dare suggerimenti o consigli, ma rifletto sul fatto che undici anni fa si è scissa la vecchia Banda Città di Ventimiglia dalla quale sono stati creati due gruppi musicali». E ancora: «Perchè oggi non si fondono tutti i musicisti e ne costituiscono di nuovo una sola? L'amministrazione segue le normative, abbiamo attribuito con avviso pubblico un contributo, i battibecchi e le invidie personali non possono farci cambiare gli esiti di una gara». --