scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
17/11/2020

Studi boutique, un modello organizzativo che piace ancora

ItaliaOggi Sette - ALBERTO GRIFONE

Super specializzati e non necessariamente piccolissimi: ecco le realtà che puntano sull'offerta
Tra gli ultimi nati, a giugno scorso, c'è stato Pistochini Avvocati, studio «boutique» di esperti in diritto penale dell'impresa e dell'economia promosso da Alessandro Pistochini, nato per valorizzare l'esperienza e le competenze di un gruppo di avvocati (sei professionisti, due of counsel e due trainee), che lavora insieme dal 2003. Specializzarsi, in piccole realtà, dunque pare essere ancora un trend inarrestabile, anche nei tempi post covid, per mettersi in diretta concorrenza con i dipartimenti delle grandi law firm. Come nel caso di WLex, studio boutique di piccole dimensioni (2 partner e 8 collaboratori in tutto), fondato nel 2019, focalizzato solo su e-commerce, contenzioso commerciale, privacy e antitrust, in specifi ci settori, primi tra tutti tlc, farmaceutico e bancario. «Abbiamo deciso di investire nel settore del Life science, poiché oramai occorre un'alta specializzazione nel fornire servizi legali effi caci, specialmente in un settore molto regolamentato qual è quello qui in esame. Vogliamo mantenere una dimensione ridotta ma non escludiamo sinergie con altri studi che condividano la nostra filosofia», spiega Francesca Sutti, partner con la fondatrice Margherita Grassi Catapano. Quello di Stefanelli & Stefanelli è un altro caso interessante. Lo studio è nato dalla collaborazione tra Silvia ed Andrea Stefanelli nell'ambito delle loro specifiche competenza di diritto amministrativo in materia di sanità e appalti. Oggi collaborano 15 avvocati e 6 praticanti. Lo studio ha mantenuto una forte competenza verticale, sviluppando il lavoro in relazione a tutte le problematiche giuridiche che coinvolgono questi ambiti. In particolare segue progetti a livello nazionale in ambito di sanità digitale e protezione dei dati. «Le attuali dimensioni sono un punto di equilibrio corretto tra la capacità di fornire un servizio legale molto soddisfacente, senza perdere il riferimento personale di cui il cliente ha comunque bisogno. Vi sono poi materie - come i dispositivi medici e la protezione dei dati - che richiedono competenze aggiuntive (come ingegneri biomedicali e esperti di gestione sicurezza). Per questo abbiamo in corso consulenze ad hoc con professionisti di altri settori con cui lavoriamo ormai da anni», spiega Silvia Stefanelli. Lo studio Bertacco Recla & Partners, invece, nasce nel 2014; fondato da Jacopo Recla, responsabile del dipartimento appalti pubblici e da Paolo Bertacco, responsabile del dipartimento di urbanistica ed edilizia. Dal 2015 è partner Gabriella Rondoni, specializzata in opere pubbliche. Poi viene costituito uno dipartimento focalizzato sugli appalti privati (construction). Nel 2020 fa il suo ingresso la quarta socia F r a n c e s c a Tresoldi, e si forma il dipartimento operazioni immobiliari. «Specializzarsi è sempre più n e c e s s a r i o per fornire ai clienti un'assistenza reale, che parte dalla più approfondita conoscenza della normativa ed arriva fino alla conoscenza degli aspetti tecnici e commerciali tipici di ogni settore. La competenza in materia di appalti, combinata con quella dell'urbanistica, ha portato lo studio ad offrire non solo la più tipica assistenza (consulenza e contenzioso) a primari operatori nazionali che partecipano alle gare di lavori, servizi e forniture (in particolare sanitarie), ma anche assistenza per le gare pubbliche per le opere di urbanizzazione a scomputo. Lo Studio assiste inoltre i clienti anche nella predisposizione e negoziazione di contratti di appalto privati di lavori e servizi tecnici connessi», spiega Jacopo Recla. Molto focalizzato anche lo studio Lipani & Catricala, costituito nel 1995 da Damiano Lipani, cui si sono uniti dopo poco tempo Roberto Ferraresi, Francesca Sbrana e Luigi Mazzoncini. Lo studio (composto da 24 professionisti di cui 22 avvocati e 8 persone di staff) è specializzato nel diritto amministrativo, con particolare riferimento al settore degli appalti pubblici, nonché nel diritto della regolazione, con particolare riferimento alle questioni che riguardano le attività delle autorità di regolazione dei mercati. «Io sono entrato nel 2014 come name partner» ricorda Antonio Catricalà. «Alla base c'è senza dubbio l'interesse per l'azione amministrativa e la passione che può nascere nello svolgere un'attività che ha un indubbio impatto sulla vita della collettività. Crediamo che la nostra formula sia e resti sostenibile, anche se o v v i a m e n t e dobbiamo avere la capacità di adeguarla alle realtà del mercato, che sono sempre in divenire. La nostra crescita, anche in termini di aggregazioni e potenziamenti, è orientata verso materie e professionalità attigue alle attività di interesse centrale per lo studio. Così, ad esempio, se il diritto amministrativo è legato alle attività regolatorie pubbliche, a queste sono poi connessi i temi della fi nanza pubblica». Di penale e assicurativo si occupa invece lo studio Martelli & Partners nato nel 1959 sotto la guida di Domenico Martelli. «Io ne prendo le redini nel 2002 e nel 2017 diventa una s.p.a» ricorda Giovanni Battista Martelli, ceo dello studio. «Assicurativo e penale sono le aree che ci impegnano di più. È un'eredità che ci portiamo avanti sin dai tempi di mio padre. Sviluppare nuove aree di consulenza è fondamentale per crescere ulteriormente. Noi abbiamo avviato una campagna di acquisizioni studi con l'obiettivo di aprirci a nuovi settori, acquisire clienti e affi liare avvocati esperti. La geolocalizzazione non è importante, per noi è un concetto obsoleto visto che siamo passati alla totale digitalizzazione e virtualizzazione dello studio». Altra interessante realtà quella dello Studio Mariconda e Associati; si compone di poco più di 10 professionisti. Costituita nel 2014 su iniziativa dell'avvocato Vincenzo M a r i c o n d a , ha trasformato la precedente attività svolta in forma individuale dal 1987, anno in cui ha lasciato la magistratura e si è iscritto all'albo professionale. «Lo Studio segue le materie del contenzioso civile ed è specializzato nel diritto contrattuale, nel diritto societario, nel diritto bancario e nel diritto successorio. In ciascuno di questi ambiti si è occupato soprattutto di vicende contenziose di grande riliev o . Spess o i clienti chiedono assistenza nella fase che precede il risorgere del contenzioso anche al fi ne, se possibile, di evitarlo o defi nirlo senza necessità di instaurazione del giudizio. L'attività conciliativa costituisce pertanto un segmento dell'attività di assistenza, che si pone nella fase intermedia tra la consulenza e il contenzioso», spiega il fondatore. Restando al penale d'impresa altra realtà interessante è lo Studio Puccio - Penalisti Associati, operativo su tutto il territorio nazionale attraverso le sue sedi di Milano e Brescia. Costituito nel luglio del 2017 da Andrea Puccio, che ne è managing partner, rappresenta un unicum nel panorama nazionale per la giovane età degli otto professionisti che attualmente lo compongono, tutti under 40, specializzati nel diritto penale dell'economia e dell'impresa. «Il dinamismo che caratterizza i nostri tempi ci impone di guardare con attenzione e lungimiranza alle effettive esigenze del mercato e della nostra clientela e, per l'effetto, di non poter escludere, in futuro, lo sviluppo di ulteriori ambiti di expertise o un eventuale progetto di aggregazione/fusione. Allo stato, in ogni caso, la creazione di solide interazioni e collaborazioni con studi professionali di assoluto standing, anche nello scenario internazionale, consente allo Studio di fornire assistenza qualifi cata e diversifi cata ai propri clienti», spiega Puccio. Spostandoci al diritto fi nanziario e bancario, si segnala Gentili & Partners, con sedi a Milano, Lussemburgo e Londra. Massimo Paolo Gentili, managing partner ricorda che «G&P si occupa esclusivamente di consulenza regolamentare fi nanziaria, bancaria e assicurativa, con una forte connotazione internazionale e focalizzazione su progetti crossborder, grazie anche alle sedi del Lussemburgo e di Londra. La specializzazione e la capacità di essere vicini al cliente, con una prudente politica di contenimento dei costi, permettono a una boutique come la nostra di mantenere una soddisfacente redditività». Si occupa di crisi d'impresa Luigi Carlo Ravarini, titolare dello Studio Ravarini nonché vice presidente dell'Associazione concorsualisti Milano (Acm). «Lo studio ha una composizione volutamente snella», spiega: «È composto da me, un altro professionista e due collaboratori. Proprio l'esigenza di dovere affrontare le problematiche connesse alla gestione di procedure spesso tra loro diverse, talvolta anche da lato dell'imprenditore, mi ha indotto a ritenere più effi ciente avvalermi a seconda delle circostanze del caso di collaboratori esterni (siano essi legali o dottori commercialisti). L'entrata in vigore il prossimo anno del nuovo codice che regolamenta la crisi di impresa costituisce certamente una stimolante novità per gli operatori del settore, ma anche un'incognita sull'incidenza che avrà per le reali prospettive di lavoro degli studi legali specializzati ed in particolare per quei professionisti che ricevono incarichi dai Tribunali». Punta sul diritto di famiglia invece lo Studio Simeone, nato nel 2010, e composto dal titolare, Alessandro Simeone e da due avvocati senior, un avvocato junior, un trainee e un offi ce manager. Si occupa, per l'80% di diritto delle relazioni familiari e successioni. «È un settore meno remunerativo di altri ma ricco di stimoli, che permette un approccio interdisciplinare in continuo aggiornamento. Eventuali aggregazioni sono diffi cili da ipotizzare: con chi si occupa della stessa materia perché controproducente; con professionisti di altri settori per l'obiettiva diffi coltà di integrazione. Rimane fondamentale sviluppare relazioni consolidate con esperti di altri settori, i n ragione delle numerose questioni che nascono dalla rottura del rapporto di coppia», spiega Simeone. L o s t u d i o Panetta & Associati è stato fondato nel 2008 da Rocco Panetta, all'indomani della decisione di dismettere i panni di dirigente dello Stato presso l'Autorità garante per la privacy. Lo studio ha avuto una crescita esponenziale, con due sedi, Roma la principale ed Bruxelles, con 14 professionisti in totale. Il focus principale è il diritto alla protezione dei dati personali, la cybersecurity, e tutte le materie ad esse collegate. «Anche grazie al Gdpr, non c'è studio professionale di una certa rilevanza che non provi ad offrire questi servizi, sebbene non sempre con successo. Il fabbisogno è reale, ma il mercato non è ancora consolidato, stabile e di qualità anche perché c'è molto rumore di fondo. Le aggregazioni sono nella natura delle cose, ma non a tutti i costi. Il più grosso limite di molti grandi studi è quello di essere più associazioni m u t u a l i s t i c h e chiuse che non veri centri di eccellenza professionale. Ci si a g g r e ga tra simili, nel bene e nel male», spiega. Un mondo a se è il diritto IP. Fondato da Cesare Galli nel 2004, lo studio IP Law Galli, conta 13 persone; oltre al quartier generale di Milano ha un IP China Desk dedicato. «La specializzazione oggi », spiega Galli, «è più che mai necessaria per la proprietà intellettuale, che è una materia a sé nel mondo del diritto. Richiede competenze specialistiche, sia di diritto s o s t a n z i a l e che processuali, ma anche un approccio multidisciplinare e market-oriented e la capacità di interfaccciarsi in modo effi cace con esperti delle più diverse tecnologie e della comunicazione d'impresa e di aggiornarsi continuamente anche sull'evoluzione dell'economia e dell'innovazione. Se offre servizi specializzati ma di livello standard, uno studio boutique specializzato in proprietà intellettuale non può competere con le strutture articolate. Se punta sulla capacità di offrire un servizio personalizzato, lo studio boutique continuerà a rappresentare la scelta migliore non solo per i colossi e le multinazionali, ma anche per le Pmi che vogliono mettersi in grado di competere al meglio sul mercato globale. Piuttosto che aggregazioni, può in tal caso essere opportuna la costituzione di networks internazionali di studi boutique indipendenti di ecc e l lenza di vari Paesi» . Tavella Studio di Avvocati è nato nel 2013 da Massimo Tavella, grande esperto di diritti della comunicazione, insieme ad un gruppo di persone con le quali aveva iniziato a collaborare già in precedenza. «La nostra attività predominante riguarda l'assistenza nelle p r o b l e m a t i c h e connesse alla comunicazione d'impresa: dalla tutela dei segni distintivi al codice del consumo, dalla pubblicità «classica» alla protezione dei dati personali, dagli eventi ai rapporti con i brand ambassador, dalla concorrenza sleale alla gestione dei social e delle attività connesse. Nei trent'anni di esperienza, abbiamo assistito a una trasformazione completa delle problematiche e anche del modo di gestirle». Lo Studio Previti, tra i più affermati nella lotta alla pirateria di contenuti protetti da diritti d'autore, è stato fondato alla fi ne degli anni 50 da Cesare Previti. Oggi lo guida il fi glio Stefano. «È sempre stato uno studio civilistico, che recentemente ha focalizzato la sua attenzione in particolare sul diritto d'autore, sul diritto delle nuove tecnologie, sulla data protection, sulla tutela della reputazione aziendale. Ritengo sia impossibile essere bravi in tutto, a maggior ragione se le dimensioni dello studio non sono gigantesche. I risultati ottenuti nel tempo ci hanno confortato ed incoraggiato ad insistere sul percorso intrapreso. In questo modo è stato anche più semplice far conoscere la nostra attività e le nostre specifiche competenz e. Fo c a l i z z a r e l'attenzione su determinate materie non esclude forme di aggregazione. Al contrario, collaborare con realtà che hanno incentrato altrove le proprie competenze, consente di aiutare i clienti anche laddove non sia possibile rispondere alle esigenze con professionisti interni e consente di fornire sempre assistenza specialistica ad alto livello». Infi ne, Luca Giacopuzzi, fondatore dello Studio Legale Giacopuzzi, fondato nel 2005, opera attraverso la sede principale di Verona e l'uffi cio di Desenzano del Garda. «Siamo convinti che, accanto ai settori tradizionali dai quali non si può prescindere, la specializzazione sia una carta vincente. Per questo abbiamo una competenza verticale nel diritto dell'arte. In futuro, alcuni ambiti potranno essere ancora più richiesti (si pensi alla pianifi cazione familiare del patrimonio, alla tutela della reputazione online o all'art advisory stessa) e quindi agiremo di conseguenza». © Riproduzione riservata

Foto: Silvia Stefanelli


Foto: Giovanni Battista Martelli


Foto: Alessandro Pistochini


Foto: Antonio Catricalà


Foto: Andrea Puccio


Foto: Jacopo Recla


Foto: Vincenzo Mariconda


Foto: Francesca Sutti


Foto: Massimo Paolo Gentili


Foto: Cesare Galli Luigi Carlo Ravarini Rocco Panetta Stefano Previti Massimo Tavella Alessandro Simeone Luca Giacopuzzi