scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
19/12/2020

Vigilanza collaborativa Anac sugli appalti di Arcuri

ItaliaOggi - Andrea Mascolini

Vigilanza collaborativa di Anac sugli appalti del commissario Arcuri. Sarà avviata a seguito della stipula di un protocollo fi nalizzato a verifi care la conformità degli atti di gara alla normativa di settore e prevenire le infi ltrazioni criminali, con lo scopo di assicurare la tempestiva attivazione delle procedure per l'acquisizione e la distribuzione di farmaci, apparecchiature e dispositivi medici e di protezione individuale utili a fronteggiare l'emergenza sanitaria. L'accordo è stato formalizzato il 16 dicembre da Giuseppe Busia, presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione, e da Domenico Arcuri, commissario straordinario per l'emergenza Covid-19. Il commissario sottoporrà alla vigilanza dell'Autorità tutti gli atti delle procedure di affi damento individuate. L'Anac trasmetterà al commissario straordinario la documentazione sulla metodologia utilizzata per la valutazione dei casi di somma urgenza, e per l'elaborazione dei prezzi di riferimento di servizi e forniture in ambito sanitario, utile per individuare la congruità dei prezzi di prodotti o servizi da porre a base di gara. Il protocollo ha la validità di un anno e deriva da quanto disposto dal codice dei contratti pubblici all'articolo 213, comma 3, lettera h) ove si dispone che per affi damenti di particolare interesse l'Autorità svolge attività di vigilanza collaborativa attuata previa stipula di protocolli di intesa con le stazioni appaltanti richiedenti, fi nalizzata a supportare le medesime nella predisposizione degli atti e nell'attività di gestione dell'intera procedura di gara. L'attività che l'Autorità porrà in essere riguarda il settore dei contratti pubblici, ivi inclusa la sicurezza sui luoghi di lavoro, e sarà incentrata su un numero massimo di 3 procedure di gara, ritenute di particolare interesse, che saranno successivamente individuate dal commissario. Le procedure e le relative indicazioni collaborative sono da considerarsi quali leading case a cui possono adeguarsi le procedure omogenee o similari, nell'ambito degli interventi condotti dal commissario, che avrà cura di verifi care il rispetto delle indicazioni dell'Autorità nei successivi affi damenti. L'Anac dovrà rendere pareri su specifi che problematiche emergenti durante il procedimento di affi damento o anche durante la fase di esecuzione contrattuale, in riferimento ad affi damenti ulteriori, rispetto a quelli sottoposti a vigilanza collaborativa. © Riproduzione riservata