scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
30/12/2020

Una “spinta” ai ragazzi a divertirsi

QN - Il Giorno

MONZA di Martino Agostoni Verrà chiamato "Ragazzi, noi ci siamo" e sarà il piano di aiuti per i giovani che il Comune metterà in campo nel corso del 2021. Un bando per distribuire contributi per un valore complessivo di 400mila euro che i ragazzi e le ragazze monzesi potranno usare per pagare l'iscrizione a qualunque tipo di attività che gli permetta di uscire di casa: saranno buoni comunali utilizzabili per lo sport, per partecipare a corsi di ogni disciplina, lezioni di arte o musica, oppure attività proposte ai giovani da associazioni e realtà cittadine. È previsto che venga approvato nella seduta della Giunta convocata oggi il documento che conferma la destinazione al bando per i giovani dei fondi per l'emergenza «avanzati» in municipio negli ultimi mesi, una cifra di 400 mila euro ricavata dal Comune sia attraverso il conto corrente aperto in primavera per raccogliere donazioni a supporto della pubblica amministrazione e che è arrivato a 104mila euro, sia destinando 300mila euro allo scopo. Perché, ha spiegato il sindaco Dario Allevi, «con questo bando vogliamo dare un sostegno ai giovani, una categoria che è stata fortemente penalizzata dall'emergenza Covid e che ha dovuto rinunciare a tantissime attività e occasioni in questi mesi di chiusura. Ma allo stesso tempo è una misura che permette di aiutare anche le famiglie e le associazioni della città, perché i buoni sosterranno le spese per le attività extrascolastiche dei ragazzi e potranno essere spesi per corsi, lezioni o ogni altra attività proposta dalle realtà attive a Monza». Non sono ancora definiti i termini e le regole del bando ma, nell'anticipazione data dal sindaco, l'obiettivo è avviarlo nei primi mesi del 2021, i buoni avranno un valore tra i 150 e i 200 euro e verrà fatto in modo che possano essere usati per un ventaglio di attività il più ampio possibile, sia per le iscrizioni alle società sportive, ma anche per altre iniziative culturali, artistiche o ludiche presenti in città. «Dopo aver attivato durante gli ultimi mesi numerose forme di sostegno a tante categorie, volevamo dare un aiuto anche alle famiglie con adolescenti in casa», ha concluso il sindaco ricordando che per l'emergenza Covid il Comune ha finora destinato 4,5 milioni per diverse forme di aiuto: 1,1 milioni a sostegno delle piccole imprese locali con il bando "Formula Monza", 1,3 milioni di «buoni spesa», 1 milione di "buoni affitto" distribuiti in 3 bandi, 210 mila euro per agevolazioni alle società sportive e forme sgravi per i commercianti sui pagamenti delle tasse comunali Tari e Tosap. © RIPRODUZIONE RISERVATA