scarica l'app
MENU
Chiudi
05/01/2021

Un unico gestore per i siti turistici

Corriere dell'Umbria

Narni Già si è fatto avanti più di un soggetto interessato al bando pubblicato dal Comune, in scadenza l'11 gennaio
di Chiara Rossi NARNI K Dal Comune sono molto soddisfatti dell'andamento del bando di gestione del sistema integrato dei siti turistici del centro storico narnese, che scadrà a breve, esattamente il prossimo 11 gennaio. Poi verranno aperte le buste ed entro il mese si procederà con l'affidamento. Il numero delle domande è assolutamente top secret, però trapela che più di un soggettoha per ora inoltrato la domanda di partecipazione e che sono stati fatti anche diversi sopralluoghi nelle location interessate dal bando. "Il numero delle domande - spieganoinfatti dall'assessorato alla cultura - è un'informazione riservata e non possiamo ora fornire questo dato. Possiamo dire, però, che ne abbiamo ricevute, per cui confidiamo senza dubbio in una partecipazione adeguata". I siti interessati dalla gestione integrata, sono cinque. Si tratta di Palazzo Eroli, sede dell'omonimo museo e della biblioteca, Palazzo dei Priori, in particolare l'info point turistico, la Rocca Albornoz, il complesso monumentale di San Domenico e il teatro GiuseppeManini (quando verràrestaurato troverà spazio nella gestione anche il Teatro di Palazzo che si trova all'interno del Palazzo del Podestà). Il bando è strutturato su due assi portanti. Il primo riguarda la produzione culturale, la fruizione e l'audience engagement, il secondo, invece, è inerente alla destination management e al marketing territoriale. L'idea che è all'interno del bando è quella di ricomporrela frammentarietà della gestione sei siti turistici secondo un disegno unitario per accompagnare il visitatore in un percorso organico e soprattutto cercando di valorizzare tutti i punti di forza dei vari attrattori. L'idea del Comune è quella di individuare un soggetto che sappia garantire una 'promocommercializzazione' a livello nazionale e magari anche oltre ma che sappia anche aprirsi al territorio e che sappia coinvolgere i soggetti locali che fanno impresa turistica, culturale e creativa. L'affidamento in gestione durerà sei anni. La scadenza per presentare la domanda di partecipazione è fissata all'11 gennaio 2021. Cinque le bellezze in rete Sono i palazzi Eroli e dei Priori la Rocca, San Domenico e il Manini Le caratteristiche della gara L'affidamento durerà sei anni riserbo sulle domande finora arrivate

Foto: Rocca Albornoziana Uno dei siti turistici per i quali il Comune chiede la gestione in rete