scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
11/12/2020

Tre nuovi bandi del Gal in campo 390 mila euro

Eco di Bergamo

Laghi
Valle Seriana e Laghi. Fondi a case di riposo, cooperative, percorsi turistici e imprese. In arrivo altri 3 milioni e mezzo
GIUSEPPE ARRIGHETTI Il Gal Valle Seriana e Laghi Bergamaschi ha pubblicato tre nuovi bandi per sostenere lo sviluppo del suo territorio di riferimento: ha stanziato 180 mila euro destinati ai Comuni e agli Enti pubblici che vogliono realizzare servizi e percorsi turistici; 180 mila euro per le case di riposo e le cooperative sociali intenzionate a potenziare la propria offerta socio-sanitaria e assistenziale; 30 mila euro per sostenere la giovane imprenditoria. Si tratta delle ultime risorse a disposizione di un Ente che in poco più di due anni ha saputo distribuire tutto il budget a propria disposizione (sei milioni di euro) e che Regione Lombardia intende continuare a sostenere. E il Pirellone è orientato a erogare presto altri 3 milioni e mezzo di euro. Assegnate tutte le risorse «Finora - dice Alex Borlini, il presidente del Gal che opera tra Val Seriana, Val Cavallina e il Sebino - abbiamo avuto ottimi riscontri di partecipazione per i nostri bandi. In poco più di 2 anni abbiamo assegnato tutte le risorse che ci erano state affidate per il Piano di sviluppo locale sostenute dall'Unione europea e Regione Lombardia ci ha garantito che, nel periodo di transizione 2021-2022, in attesa cioè che scatti il Psl del prossimo settennato, riceveremo altri 3 milioni e mezzo di euro. Così potremo finanziare anche quei progetti che, pur essendo meritevoli, non abbiamo potuto sostenere per esaurimento delle risorse». La parte più consistente dei contributi erogati è quella relativa alla realizzazione di servizi e percorsi turistici, a cui sono già stati assegnati 1.451.00 euro; per realizzare nuove strade agrosilvopastorali sono stati distribuiti 1.226.00 euro. Alle aziende agricole, direttamente agli imprenditori del settore, sono andati 953 mila euro. «Questi sono i 3 principali ambiti di intervento - aggiunge Borlini - a cui se ne affiancano altri, come l'installazione di centrali a cippato, l'acquisto di macchinari e attrezzature forestali e la manutenzione delle strade interne agli alpeggi». Le scadenze da rispettare Lo sviluppo rurale oggi si accompagna al turismo «e questo significa - conclude il presidente - che lo sviluppo rurale non abbraccia solo l'ambito agricolo ma deve integrarsi con altre forme di fruizione della montagna. Ecco perché abbiamo deciso di rifinanziare il bando destinato ai Comuni che vogliono realizzare percorsi turistici. Chi vincerà il bando, potrà impiegare la propria quota per installare nuova cartellonistica o realizzare percorsi per bici elettriche». Il bando rivolto a case di riposo e cooperative sociali rivela che il Gal vuole farsi promotore di un rilancio territoriale a tutto tondo. «Nei mesi scorsi - spiega il vicepresidente Luigi Bettoli - abbiamo ascoltato varie strutture residenziali e socio-assistenziali cercando di cogliere i loro bisogni. Così, abbiamo deciso di promuovere un bando che consenta di acquistare un nuovo pulmino, un termo scanner, tablet e computer». Il bando per i servizi turistici scade il 18 gennaio; quello per i giovani imprenditori, il 15 febbraio. Infine, quello per le case di riposo, il 22 febbraio. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito dell'ente. ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: Il Gal Valle Seriana e Laghi ha sede a Lovere