scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
19/12/2020

Tognola attacca: «Sindaco e giunta inadeguati»

La Prealpina

DAV E R I O L ' ex primo cittadino denuncia il mancato utilizzo di finanziamenti erogati dallo Stato per i centri estivi
DAVERIO - A quasi venti giorni dall ' ultima riunione del consiglio comunale, l ' ex sindaco e ora consigliere del gruppo misto Alberto Tognola ( foto ) riporta all ' ordine del giorno alcuni temi, attaccando con un comunicato la giunta e il sindaco Franco Martino, la cui risposta non si è fatta attendere. Il primo punto riguarda il mancato utilizzo di fondi statali per circa seimila euro, «destinati alle attività dei centri estivi, stanziati il 25 giugno e da erogare e rendicontare entro il 15 novembre, ora di ritorno allo Stato - afferma Tognola -. A Daverio sono stati attivati tre centri, in parrocchia, alla scuola materna e all ' asilo nido, ma i fondi non sono stati erogati e rendicontati si dice per mancanza di tempo. Quattro mesi non erano sufficienti?». Un ritardo di cui il primo cittadino si fa carico, annunciando di essere al lavoro per risolvere la questione: «Mi assumo le responsabilità del caso. La complessità del periodo e dei procedimenti, unita a una condizione personale che mi ha costretto a lavorare da casa, hanno determinato una serie di mancanze. Sottolineo però che siamo al lavoro per verificare la possibilità di recuperarli e qualora non fosse possibile troveremo altre risorse per dare un aiuto a chi ha organizzato i centri estivi». Giunta e sindaco definiti da Tognola come «inadeguati»: «Dall ' allegato sullo stato di attuazione dei programmi, non redatto dalla Giunta, ma dalle responsabili degli uffici, fino al bibliotecario, sostituito da una figura a tempo parziale, passando anche per i ritardi inaccettabili nella conduzione della gara d ' appalto che hanno determinato la riapertura dell ' asilo nido solo a novembre. In vent ' anni di presenza in consiglio comunale non mi sono mai trovato di fronte a una così palese assenza di direttive da parte della politica». Toni forti, che hanno colpito il sindaco Martino: «Inadeguati? Sono dispiaciuto per un attacco del genere. La mia assenza fisica ha pesato, ma gli obiettivi dello statuto di attuazione dei programmi sono stati assegnati pochi giorni dopo il consiglio, trasmessi al nucleo di validazione e sottoscritti. La mancanza di personale è un problema sentito sul quale stiamo lavorando, ricordando che i concorsi sono attualmente bloccati, ma il bibliotecario precedente ha scelto in autonomia di andare a lavorare altrove. Sull ' asilo nido: è partito in ritardo, fatto del quale mi scuso, ma tra i salti mortali fatti per affrontare la complessità dei bandi sugli appalti di servizio. Ho però spiegato agli interessati, tra cui anche le famiglie, il motivo di questo ritardo». Emanuele Barbati © RIPRODUZIONE RISERVATA