scarica l'app
MENU
Chiudi
05/01/2021

Todi, Veralli Cortesi: Severi attacca «Dalle opposizioni solo tante bugie»

Il Messaggero

LA REPLICA
TODI «Affermazioni e accuse infondate e pretestuose quelle dei gruppi di opposizione», secondo il consiglio di amministrazione della Veralli Cortesi che risponde, punto su punto, per bocca del suo presidente, Bruno Severi. «Il subentro frettoloso è la conseguenza del rifiuto da parte del gestore dei servizi della residenza protetta di aderire alla richiesta di proseguire il servizio agli stessi patti e condizioni, il che ha determinato un passaggio di consegne con inimmaginabili problematiche». E Severi prosegue: «Riguardo all'eccezione sulla decurtazione delle retribuzioni e sulle dimissioni delle due infermiere, l'Azienda, sulla base delle informazioni che ha fornito l'appaltatore, ha potuto constatare che le stesse sono state puntualmente regolarizzate». E ancora: «Sul ricorso al Tar da parte del concorrente giunto secondo in graduatoria, si precisa che lo stesso non censura situazioni derivanti dal capitolato di appalto, di competenza dell'Azienda, bensì da situazioni che riguardano un contratto stipulato dagli operatori economici risultati aggiudicatari dell'appalto e valutata dalla stazione appaltante della Provincia di Terni». «In riferimento agli esuberi derivanti da una situazione pregressa, dovuta ad una arbitraria gestione del precedente appaltatore, non risulta pervenuto un piano di esuberi del personale dipendente da parte dell'attuale raggruppamento di imprese e il personale previsto dal nuovo appalto è puntualmente conforme alla normativa regionale di riferimento. I turni stressanti del personale sono derivati dalla pandemia, tenuta lontana».
Luigi Foglietti