scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
15/12/2020

Sport, disabili e affitti: soldi dal Comune

La Prealpina

In arrivo altre forme di sostegno per i gallaratesi. Dopo il bando per l ' emergenza alimentare settimana prossima passeranno al vaglio della giunta il bando per il sostegno allo sport, per i disabili, per il sostegno al pagamento degli affitti e il prolungamento del fondo fiducia. Al centro del bando sport ci sono proprio loro, le associazioni sportive che per il sindaco Andrea Cassani (nella foto Blitz) rappresentano uno dei settori più colpiti dalla crisi che rischierà di vedere chiudere delle realtà che con sacrifici hanno resistito per anni. Sono contributi che, seppur modici, rappresentano la compartecipazione dell ' amministrazione comunale per far fronte alle spese sostenute in questi mesi legati agli acquisti dei dpi o ai lavori e alle attività per affrontate la ripresa delle attività sportive («anche se poi è stata di nuovo sospesa»). Un ' altra misura che arriverà sul tavolo della giunta è il bando a sostegno dei disabili. Come precisa il primo cittadino, i fondi derivano dai risparmi della manovra A Tutto Gas di aprile e maggio. Domani, come anticipato da Cassani, ci sarà l ' approvazione del progetto e partirà l ' iter per aiutare le famiglie che hanno figli, dalle materne alle superiori, affetti da disabilità. Nei piani dell ' amministrazione di centrodestra c ' è anche il prolungamento del fondo fiducia legato a chi, a causa del Covid, ha perso lavoro a tempo determinato, indeterminato o ha interrotto la propria attività. Dei 283mila euro stanziati nei mesi scorsi solo 50mila sono stati utilizzati ma «quando non ci sarà più il blocco dei licenziamenti - sottolinea Cassani la situazione potrebbe cambiare». C ' è poi il bando per sostegno al pagamento del canone mensile dell ' affitto, valido però solo per chi ha come affittuario un privato. Ed il sindaco ha rivelato che sono molti i gallaratesi che gli scrivono perché, proprio a causa della crisi saranno costretti a chiudere la propria attività. «Noi quello che potevamo fare in questi mesi lo abbiamo fatto», sottolinea Cassani che ha ammesso come, grazie ai controlli degli uffici e alle segnalazioni dei cittadini sono stati individuati dei furbetti dei bonus che sono stati segnalati dalla Finanza. Annalisa P. Colombo © RIPRODUZIONE RISERVATA