scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
05/01/2021

Sfratti per morosità bloccati fino al 30 giugno

Il Sole 24 Ore - Alessandro Galimberti

milleproroghe edizione pandemia
In vigore dal 31 dicembre il tradizionale decreto di proroga di fine anno Rimandato a febbraio l'avvio della lotteria degli scontrini. Per i pedaggi autostradali aumenti da luglio Proroga in blocco per le misure Covid come la permanenza in servizio del personale sanitario in età da pensione
Dalla sospensione degli sfratti per morosità al rinvio della lotteria degli scontrini, dal blocco dell'aumento dei pedaggi autostradali a quello dei termini di prescrizione dei contributi, dalla proroga semestrale dei concorsi di assunzione negli enti locali all'estensione del credito di imposta per la cinematografia. E ancora, tempi "supplementari" per gli intermediari finanziari basati in terra di Brexit, proroghe alle deroghe di (parte) del Codice degli appalti, estensione delle modalità "da remoto" della giustizia civile (mediazione compresa) penale e amministrativa. Non bastasse, proroghe in blocco per tutte le procedure legate all'emergenza Covid dei primi decreti della primavera scorsa , e che fanno sostanzialmente riferimento alle conseguenze da lockdown.

L'ormai classico invernale del decreto Milleproroghe, entrato in vigore a San Silvestro (Dl 183/2020 in Gazzetta Ufficiale n. 323 del 31 dicembre), non poteva questa volta non risentire di un anno di produzione legislativa affastellata e tribolatissima, diventando in sostanza il veicolo corposissimo del trascinamento sul 2021 di tanti effetti normo-pandemici.

Tra le centinaia di commi dei 23 articoli - e la tabella allegata con altre 32 disposizioni - spicca il blocco fino al 30 giugno degli sfratti che riguarda «i provvedimenti di rilascio adottati per mancato pagamento del canone alle scadenze» e quelli «conseguenti all'adozione del decreto di trasferimento di immobili pignorati ed abitati dal debitore e dai suoi familiari».

Scivola di un mese (1° febbraio) l'entrata in vigore della lotteria degli scontrini, di 7 l'aumento dei pedaggi autostradali (31 luglio). Al 30 giugno si spostano invece i termini di prescrizione dei contributi previdenziali ed assistenziali obbligatori, concedendo quindi più tempo all'amministrazione per il recupero. Sempre sul versante pubblico, gli enti locali potranno prorogare i concorsi di assunzione non andati ad esito fino al 30 giugno 2021, mentre le suppletive per i collegi elettorali dove sia mancato un eletto potranno svolgersi entro il 31 marzo 2021.

Grazie al (o colpa del) Covid, vengono prorogate per un anno anche le misure straordinarie in materia di credito di imposta per le imprese di produzione cinematografica ed audiovisiva, mentre l'estensione di 6 mesi dell'operatività degli intermediari finanziari con sede legale in Gran Bretagna e Irlanda del Nord è legata all'epilogo della Brexit.

Sullo sfondo viene sostanzialmente prorogata in blocco tutta la parte "epidemiologico-normativa" legata al debutto della pandemia e figlia dello stato di emergenza iniziato il 30 gennaio scorso. A partire dalla permanenza in servizio del personale sanitario anche oltre i limiti del pensionamento, all'arruolamento di qualifiche professionali sanitarie conseguite all'estero e regolate da specifiche direttive dell'Unione europea. Proroga anche delle disposizioni straordinarie per la produzione di mascherine chirurgiche e dispositivi di protezione individuale, per le dotazioni speciali per i lavoratori che nello svolgimento dell' attività sono oggettivamente impossibilitati a mantenere la distanza interpersonaledi un metro. Prorogate pure le regole eccezionali di trattamento dei dati personali nel contesto emergenziale (deroghe al Gdpr) e le semplificazioni in materia di organi collegiali negli enti locali.

Si allungano gli effetti "pandemici" anche nella giustizia civile, penale, tributaria e militare, con l'esclusiva del canale digitale (e Pec) ad accezione di pochissimi provvedimenti, mentre continuano ad operare le Misure urgenti (del marzo scorso) per la continuità dell'attività formativa delle Università e delle Istituzioni di alta formazione artistica.

Vie brevi confermate anche per l'abilitazione all'esercizio della professione di medico-chirurgo e disco verde rinnovato per il Commissario straordinario per l'attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell'emergenza epidemiologica.

Quanto ai crediti formativi professionisti, medici e altre categorie (ad esempio revisori) se li vedranno riconosciuti "sul campo", mentre continua la possibilità di sottoscrizione di contratti (finanziari e assicurativi) e comunicazioni in modo semplificato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA