scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
19/12/2020

Sestri Levante selezionata per Smarter Italy «La sperimentazione di appalti innovativi» Mobilità, ambiente, benessere della persona, turismo e beni culturali: bandi di gara per creare soluzioni speciali

Il Secolo XIX - Sara Olivieri

il progettoSara Olivieri / Sestri Levante C'è anche Sestri Levante tra i tredici Comuni selezionati per il progetto "Smarter Italy", per costruire i borghi del futuro. Scopo del progetto - avviato dal ministero dello Sviluppo economico, Agenzia per l'Italia digitale, Miur e dipartimento per la Trasformazione digitale - è accelerare la crescita del Paese attraverso appalti innovativi. «A differenza degli appalti tradizionali, con il programma Smarter Italy - spiega il Comune di Sestri - non verranno acquistati prodotti o servizi standardizzati già disponibili sul mercato, ma verranno stimolate le aziende e il settore della ricerca che parteciperanno ai bandi a creare nuove soluzioni, per rispondere a sfide sociali più complesse, proposte dai Comuni coinvolti nel programma. Le soluzioni tecnologiche sviluppate saranno sperimentate in undici città, le "Smart cities", e in 13 centri più piccoli, i "Borghi del futuro"». Novanta milioni di euro è il budget a disposizione. Interrogati su ambiti specifici, i Comuni coinvolti esporranno le loro esigenze stimolando le aziende a creare nuove idee per soddisfarle. Una volta presentate le soluzioni attraverso i bandi, le amministrazioni decideranno se metterle in pratica o meno. Il primo ambito sarà quello della mobilità. I successivi appalti previsti dal programma nazionale riguarderanno poi i settori dell'ambiente, benessere della persona, turismo e beni culturali. «Nel campo della mobilità, penso chiederemo soluzioni ecologiche per il trasporto estivo, che consentano di utilizzare le auto il meno possibile - fa sapere la sindaca, Valentina Ghio -. E poi soluzioni per gestire l'accesso regolato alla spiaggia di Portobello, in modo innovativo, e la digitalizzazione dell'archivio storico del Comune per facilitarne la consultazione». Il compito dei Comuni selezionati, spiega infatti l'amministrazione di Sestri, è indicare una situazione concreta che l'ente desidera risolvere o migliorare. In questo modo, il territorio diventa un "caso", in cui sperimentare sul campo le nuove soluzioni proposte dall'azienda che vincerà l'appalto. Al termine della sperimentazione, se sarà soddisfatto dalla riuscito della proposta, il Comune potrà mantenere la soluzione, in modo gratuito o con costi minimi.«I Comuni e le città partecipanti saranno quindi il bando di prova dell'efficacia di soluzioni innovative, che, se ritenute valide, saranno esportate su ampia scala in tutto il Paese - conclude Ghio -. La sfida è stimolante. Negli ultimi anni il mondo è cambiamento e con esso anche i problemi che le amministrazioni devono affrontare, spesso con risorse molto limitate, sia di personale che economiche. Per questa ragione, abbiamo accolto con piacere la proposta arrivata da Italia Digitale, che ci dà modo di partecipare a un progetto fondamentale per la crescita della pubblica amministrazione». --