scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
24/12/2020

Servizio mensa: Sesto, Mercallo e Golasecca alla stessa tavola

La Prealpina

SESTO CALENDE - Il prossimo appalto per il servizio di mensa scolastica potrebbe essere indetto non solo da Sesto ma insieme a Mercallo e Golasecca che fanno parte dello stesso istituto comprensivo " Ungaretti " ( foto Blitz ) i cui contratti sono tutti e tre in scadenza a fine giugno 2021. La mozione su questa opportunità discussa l ' altra sera e presentata dal gruppo di minoranza Sesto2030 è stata poi votata, con due emendamenti e un testo unico, da tutto il Consiglio che ha impegnato la giunta e l ' assessore alla Pubblica istruzione Claudia D ' Onofrio a valutare questa opportunità illustrata dal capogruppo di Sesto2030 Alessandra Malini. «Questo lunghissimo Consiglio prenatalizio aveva per noi l ' obiet tivo principale di dare un reale contributo per un miglioramento del servizio di refezione scolastica. Siamo molto felici di esser riusciti ad ottenere dei risultati. La nostra mozione che proponeva di valutare una gara di appalto unica tra i Comuni di Sesto, Golasecca e Mercallo è stata approvata all ' unanimità e la Giunta si è impegnata a valutare la fattibilità e la convenienza economica e gestionale». I vantaggi che potrebbe dare questo nuovo appalto sono, oltre alla parità di trattamento per i ragazzi dell ' istituto comprensivo nei vari plessi, un numero di pasti più alto che generalmente consente di spuntare un prezzo più basso. «Ma non è questo l ' aspetto centrale - aggiunge Malini - seppur non ininfluente. Lo è invece la qualità del servizio e crediamo che anche per questo punto l ' appalto unico sui tre plessi potrà essere utile, oltre a siglare una nuova collaborazione con i Comuni a noi più vicini. L ' im portanza di fare questa valutazione sta nella scadenza unica dei tre appalti del servizio per cui è un ' occa sione rara che potrebbe ricapitare solo tra anni e va colta ora». Avere il centro cottura nel Comune -sottolinea Sesto2030 - «è un aspetto per noi molto importante e proprio per questo riteniamo necessiti di ulteriori valutazioni tecniche che non crediamo siano compatibili con i tempi di rinnovo dell ' attuale contratto. È il nostro sogno e annunciamo già ora che sarà uno dei nostri obiettivi perché permetterebbe di avere il controllo assoluto sulla qualità del servizio e della filiera alimentare per cui vogliamo dedicare tutta la nostra attenzione». Una seconda mozione di Sesto2030 che chiedeva alla giunta di rinnovare il regolamento della Commissione mensa è stata invece bocciata dalla maggioranza e dall ' assessore Claudia D ' Onofrio perché - ha spiegato - «l ' amministra zione ritiene sia una proposta che deve partire dall ' assessorato competente e che debba seguire un iter diverso a livello burocratico». Norberto Furlani © RIPRODUZIONE RISERVATA