scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
08/12/2020

Servizio ampliato con un’ altra ditta L’ opposizione interroga l’esecutivo

Gazzetta del Sud

Barcellona, una determina perl' integrazione dell' assistenza agli alunni disabili
Il Pd: «Perché non ricorrere all' impresa già selezionata con gara?» L' appalto, che riguarda gli alunni dei 13 Comuni del Distretto sanitario, è stato aggiudicato nel 2019 alla ditta Anchise
Leonardo Orlando BA RCEL LONA Sta creando forti perplessità una determina dirigenziale con la qualeè stata affidata l'integrazione del servizio di assistenza agli alunni disabili delle scuole dell' infanzia, primariee medie, al punto che l'opposizione consiliare, primo firmatario David Bongiovanni del Pd, ha indirizzato una interrogazione al sindaco Pinuccio Calabrò per avere chiarimenti sull'insolita procedura adottata dalla dirigente dei servizi sociali. Con questo nuovo provvedimentoè stato di fatto determinato un incremento di 16 unità del numero di utenti, assegnandoli ad altro soggettoa seguito di affidamento diretto, previa richiesta di offerta sul mercato elettronico della pubblica amministrazione. Nulla di strano se non fosse che per lo stesso servizio- si sostiene nell'atto ispettivo- «è attualmente in corso l' erogazione del servizio di" assistenza agli alunni disabili delle scuole dell' infanzia, primariee secondarie di primo grado" di Barcellona, dopo una interruzione dello stesso, causata dalla pandemia, durata dai primi giorni di marzo 2020 alla data del3 novembre scorso». Servizio chel' ente,a differenza dell'integrazione, sta erogando con altra ditta individuata dal Distretto sanitario D28a seguito di pubblica selezione. Adesso, considerato che era espressamente prevista, all' art. 3 del capitolatod' appalto con cui il Distretto aveva affidato il servizio, che nell' ipotesi di incremento del numero di alunni bisognosi di assistenza," le ulteriori unità di personale necessario saranno richieste con affidamento all'operato re economico aggiudicatario dell' appaltogara». Con l'interrogazione si chiedono inoltre chiarimenti sui" criteri" che hanno portato ad «individuarei soggetti destinatari delle richiesta di offerta sulla scorta delle quali sceglierel' affidat ario del servizio».E se «è stato invitatoa partecipare l' ente aggiudicatario del servizioa seguito della gara celebrata dal Distretto sanitario». Infine si chiede che il sindaco chiarisca «sea monte dell' affidamento effettuatoè stata adottata una apposita delibera di Giuntaol'e rogazione del servizioè oggetto specifico di assegnazione al Dirigente in sede di Piano esecutivo di gestione o Piano della performance». Lo scorso settembre, infatti, la stessa dirigente dei Servizi sociali Sebastiana Caliri, aveva proceduto all'affidamento definitivo, dichiarandone l'efficacia, del servizio di " Assistenza alla autonomiae comunicazione" in favore degli alunni disabili che frequentano le scuole dell'infanzia, primariee medie nei 13 Comuni del Distretto, di cui è capofila Barcellona. Ad essersi aggiudicato l'appalto la ditta" Anchise- società cooperativa sociale arl onlus" di Enna, che soloa settembre- dopo una gara svoltasi lo scorso anno- ha potuto iniziare con l'avvio del nuovo anno scolasticoa svolgere il servizio che riguarda tutte le scuole dell'obbligo dei 13 Comuni, per un importo di 315 mila 658 euro. Infatti tutte le procedure erano rimaste congelatee con esse le risorse che sono state utilizzate con la ripresa delle attività scolastiche. In presenza della cooperativa Anchise il servizio poteva essere implementato, invece siè proceduto ad altro affidamento le cui procedure destano perplessità al punto cheè stata presentata l'inter rogazione.

Foto: Palazzo del Longano Fari accesi sui criteri di un iter amministrativo