scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
23/12/2020

Scuola Paradiso, ok al maxi progetto da 252mila euro

Il Tirreno - L.B.

i cantieri
carrara. Scuola Paradiso "A" di via Bassagrande: è arrivato l'ok al progetto esecutivo, ad anno nuovo scatterà così la gara di appalto e poi potranno cominciare i cantieri che dovrebbero durare una manciata di mesi. È stato approvato nei giorni scorsi - con l'approvazione messa nero su bianco con una determina del settore opere pubbliche - il progetto esecutivo per la riqualificazione energetica della scuola primaria "Paradiso A" di Marina di Carrara. Un progetto che sfiora il milione di euro: 252 mila euro saranno messi sul piatto (tramite mutuo) da palazzo civico, 722 mila euro circa, invece, arriveranno da Firenze, attraverso il bando regionale per i "progetti di efficientamento energetico degli immobili pubblici" nel quale il Municipio di Carrara è stato ammesso nel maggio 2019. «Dalle indagini e diagnosi effettuate - spiegano i progettisti a riguardo - è emerso che il miglior rapporto tra costi e benefici si ha intervenendo sia a livello di involucro edilizio, sostituendo gli infissi e realizzando un cappotto esterno con materiali a elevate prestazioni termoisolanti, che a livello di impianti, sostituendo caldaia, valvolame e rifacendo gli impianti di distribuzione». Lo step successivo al progetto esecutivo sarà dunque quello dell'appalto che anticiperà i cantieri fissati in 150 giorni di lavori dalle carte di piazza II Giugno. Tradotto, cinque mesi di tempo in cui si metterà mano alla scuola elementare marinella per un restyling sul capitolo efficientamento energetico. Il grosso dei lavori si concentrerà, ovviamente, in estate, complice lo stop delle lezioni. L'approvazione del progetto della "Paradiso A" arriva peraltro a un anno circa da un altro "ok" al progetto esecutivo parallelo, quello per l'efficientamento energetico di "Giampaoli" e "Girotondo", sempre a Marina di Carrara (481 mila euro, di cui 440 mila dalla Regione). L'intervento, lo ricordiamo, è stato al centro delle cronache nei mesi successivi per via dell'apertura degli istituti posticipata rispetto alla data prevista per la prima campanella con settimane fatte di proteste e vertici tra dirigenti, genitori e amministrazione comunale a caccia di una soluzione provvisoria. «Sicuramente il grosso dei lavori dovrebbe svolgersi in estate - assicura l'assessore Raggi -. Dopo l'approvazione del progetto esecutivo ci sarà il periodo per la gara d'appalto e poi potranno partire con l'intervento che è fissato in cinque per questo studieremo sicuramente delle soluzioni idonee». --L.B.© RIPRODUZIONE RISERVATA