scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
09/01/2021

Pubblicato il bando per i sociosanitari «Operatori beffati» I sindacati insorgono

Il Secolo XIX - si. co.

La SpeziaDoccia fredda per i 158 oss di Coopservice che lavorano negli ospedali spezzini. Ieri mattina la Regione Liguria ha pubblicato sul Bollettino Ufficiale il bando per il concorso per l'assunzione, da parte di Asl5, di 159 oss. A questo punto il bando contestato dai lavoratori e dai sindacati spezzini, resta inalterato. A Genova nessuno ha tenuto conto delle istanze dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali che chiedevano una revisione del bando di assunzione che prevedesse tutele per gli oss che lavorano negli ospedali pubblici. La notizia della pubblicazione del bando sul bando ufficiale si è diffusa alla Spezia poco dopo la conclusione della manifestazione di protesta davanti l'ospedale Sant'Andrea organizzata dagli oss del sindacato Usb. «È andata molto male - dicono i lavoratori - Purtroppo abbiamo potuto verificare che mentre gli oss di Coopservice ieri mattina protestavano in presidio, la Regione ha pensato bene di pubblicare ufficialmente e pubblicamente sul BURL, la delibera del bando di concorso, confermando così tutte le sue peculiarità negative, di un bando dannoso e scellerato. Ma la cosa più grave è che gli autori di questo scempio, abbiano manifestato questa offensiva a spregio prima dei lavoratori e poi delle parti sociali che a gran voce avevano contestato questa stesura. A questo punto ci aspettiamo una risposta da parte di tutti i sindacati e i lavoratori a muso duro». Ieri mattina molte persone hanno manifestato solidarietà ai lavoratori in lotta riconoscendo pubblicamente l'importanza del lavoro degli oss. «Dopo anni di prestazione di manodopera e appalti ritenuti al limite, gli oss di Coopservice hanno acquisito lo status di diritto per entrare direttamente con riserva» aggiungono gli addetti di Usb Coopservice. «La nostra città è in debito con questi lavoratori e la loro esclusione creerebbe un dramma sociale che non ci possiamo permettere», hanno detto Massimo Lombardi, consigliere comunale di Spezia Bene Comune e Jacopo Ricciardi della segreteria regionale di Rifondazione Comunista». --si. co.© RIPRODUZIONE RISERVATA