scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
10/12/2020

PORTO VIRO La gestione delle due biblioteche citta…

Il Gazzettino

PORTO VIRO
La gestione delle due biblioteche cittadine da parte di un unico soggetto, la cooperativa Le macchine celibi di Bologna, ha dato esiti soddisfacenti e allora va confermata. Con i due affidamenti che scadranno entrambi nel 2021, ma in periodi diversi - il 10 gennaio la biblioteca degli adulti e il 30 aprile la ludoteca- l'amministrazione comunale ha deciso di riunire i due appalti in uno solo, cercando un unico gestore per le due biblioteche. Da un punto di vista tecnico, si tratterà in primo luogo di uniformare la scadenza della gestione della biblioteca degli adulti a quella dei ragazzi, con una proroga del servizio dal 10 gennaio al 30 aprile. Nel frattempo, verrà lanciato un bando per appaltare in maniera unitaria i due servizi.
La ricerca di un unico soggetto non sarà l'unica direttiva che dovrà seguire l'ufficio Cultura per il nuovo bando triennale.
L'OCCUPAZIONE
Nella delibera della giunta Veronese, infatti, un altro cardine riguarda la stabilità occupazionale, vale a dire l'impegno da parte del prossimo aggiudicatario ad assorbire prioritariamente le operatrici attualmente incaricate nelle le due biblioteche, compatibilmente con l'organizzazione d'impresa e le esigenze tecnico-organizzative previste per l'esecuzione del servizio.
L'appalto triennale partirà dal 1 maggio 2021 e avrà un valore di poco inferiore ai 200mila euro, vale a dire 65.280 su base annua. Gli operatori economici invitati alla procedura dovranno sia presentare un'offerta economica vantaggiosa, che peserà per il 30% del punteggio assegnato, che un'offerta tecnica, che varrà per il restante 70%.
Intanto, l'Amministrazione comunale ha deciso di confermare l'adesione al progetto Libri Infiniti promosso da Provincia, sistema bibliotecario e fondazione Aida. L'iniziativa, proposta con successo negli anni scorsi, in questo 2020 prevedeva tre appuntamenti di lettura animata-laboratorio presso la ludoteca che dovevano tenersi in primavera e invece sono stati stoppati dall'emergenza Covid-19. Dato che non è andata meglio con il rinvio all'autunno, è stato quindi deciso di spostarli a maggio 2021.
Enrico Garbin
© RIPRODUZIONE RISERVATA