scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
02/12/2020

Ora la Stazione unica appaltante diventa realtà

QN - La Nazione

SIENA L'assemblea consiliare ha approvato all'unanimità la costituzione, presso il Comune di Siena, di una Stazione Unica Appaltante (Sua) per l'affidamento di appalti e concessioni di lavori, servizi e forniture, nonché lo schema di convenzione con gli enti interessati. Il vicesindaco Andrea Corsi (nella foto) ha evidenziato come «l'ufficio comunale Gare e Appalti ha i requisiti attualmente necessari e sufficienti per svolgere la funzione di Stazione Unica Appaltante o Centrale di Committenza anche per altri Comuni e, comunque, per gestire in forma associata le procedure di appalto. E' iscritto nell'anagrafe nazionale delle stazioni appaltanti, in quanto in possesso dei requisiti prescritti dalla legge e, inoltre e questo è un grande risultato, ha ottenuto lo scorso febbraio, la certificazione di qualità, secondo la norma europea Uni Iso 9001:2015 anche come centrale di committenza». Da qui, dunque, la costituzione della Stazione Unica Appaltante con l'approvazione di uno schema di convenzione, che ne regolerà il funzionamento e i rapporti reciproci: «Sarà aperta all'adesione di tutti gli enti locali, enti pubblici territoriali - ha concluso Corsi - enti pubblici non economici, organismi di diritto pubblico, imprese pubbliche e loro associazioni, unioni, consorzi con sede nella provincia di Siena». Accolta la richiesta di adesione pervenuta dal Comune di Asciano, cui seguirà la stipulazione della relativa convenzione. «Con l'esercizio in forma associata delle funzioni di stazione appaltante - prosegue il vicesindaco - l'amministrazione mette al servizio del territorio competenze e professionalità al fine di garantire una ottimale gestione delle procedure, una migliore programmazione degli acquisti di beni e servizi e un'azione congiunta di contenimento della spesa pubblica».