scarica l'app
MENU
Chiudi
25/12/2020

Messe a bando 37 concessioni L’ira dei balneari

La Repubblica - salvatore giuffrida

Ostia
Il Comune batte un primo colpo per portare le spiagge di Ostia a essere un bene comune e per la prima volta affiderà con un bando pubblico le concessioni balneari che scadono alla fine di quest'anno: sono 37, tra cui stabilimenti storici come Kursaal e Vecchia Pineta. Finora si andava avanti di proroga in proroga, previste quest'anno dai governi nazionali targati M5s-Lega e Pd-M5s. La mossa del Comune arriva a sorpresa: il bando scade il 15 marzo, è aperto a tutti e durerà un anno. Quest'ultimo punto è oggetto di dubbi: «Chi investirà su una attività che dura solo per una stagione che peraltro si presenta critica per il Covid? », spiega Agostino Biondo del Coordinamento nazionale Mare Libero. La risposta di Paolo Ferrara, consigliere comunale M5s. «In attesa dell'approvazione del Piano di utilizzo sugli arenili la legge ci permette di fare bandi stagionali: non potevamo fare altrimenti». Rimarranno in piedi le altre 34 concessioni che scadono nei prossimi anni. E la cementificazione selvaggia che da anni opprime le spiagge di Ostia? Il bando, spiega ancora Ferrara, prevede che in caso di abusi definitivi e riconosciuti di qualsiasi tipo gli attuali titolari non potranno partecipare.
- ©RIPRODUZIONE RISERVATA