scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
09/12/2020

Mensa ospedali, dipendenti in agitazione

Gazzetta del Sud

Problemi allo Spoke Paola-Cetraro
Mancano all' appello quattro stipendi e la quattordicesima
Francesco Maria Storino PAOLA Sono in stato di agitazionei dipendenti che si occupano del servizio di mensa nei due ospedali dello spoke Paola-Cetraro. Mancano ancorai pagamenti degli stipendi di agosto, settembre, ottobre, novembree della 14esima mensilità di luglio. Il coordinatore regionale di Usb, Luigi Puntoriero, chiede all' Asp il blocco dei pagamenti delle fatture alla Siarc, la società che si occupa del servizio. Sarà un natale al bianco per le maestranze in arretrato già di quattro mesi. L' Unione sindacale di basea distanza di tempoè costretta ancora una voltaa chiedere con forza che vengano pagati gli stipendia coloro che giornalmente prestano il loro servizio pressoi nosocomi. «La Siarc- si legge in una nota stampa - società di ristorazione nell' ambito ospedaliero, non rispetta il termine prefissato mensile per pagare gli stipendi. Ricordiamo che, alla fine del 2019, sempre per lo stesso motivo, abbiamo richiesto alle direzioni Asp ed al commissario il blocco dei pagamenti delle fatture dell' Asp verso la Siarc per dar modo ai lavoratori di ricevere le mensilità arretrate direttamente dall' Azienda sanitaria in applicazione del decreto legislativo 25/2017 convertito dalla legge 49/2017,a riguardo della responsabilità solidale dell' appalt atoree committentee dell' articolo 30 del Codice degli appalti». A nulla sarebbea quanto pare servito. Quindi la nuova richiesta all' Asp e al commissario della sanità calabrese al fine di liquidare direttamentei lavoratori. Si fa infine presente che se i dipendenti non saranno pagati in brevissimo tempo «attueremo una giusta protesta in tutti gli ospedali serviti dalla ditta Siarc sospendendo tutte le attività di ristorazione». L' Usbè dell' avviso che occorre tornare all' internalizzazione del servizi o. © RIPRODUZIONE RISERVATA