scarica l'app
MENU
Chiudi
07/01/2021

Mensa: il nuovo appalto finisce all’Anticorruzione

Il Messaggero

Nel mirino il vincolo dei bilanci in parità e i tempi stretti per partecipare alla gara Chiesto il rinvio del termine per presentare le offerte: troppi i limiti per la zona rossa IL CASO
L'appalto per individuare il nuovo gestore delle mense scolastiche sarebbe costellato di anomalie e, per questo, non consentirebbe a tutte le ditte interessate di partecipare secondo il principio della libera concorrenza. È la tesi sostenuta in una diffida inviata al Comune e all'Anac (Autorità nazionale anticorruzione), nonché all'Agcm (Autorità garante della concorrenza e del mercato) negli ultimi giorni del 2020, che chiede di eliminare le presunte clausole discriminatorie. Dopo i disservizi dello scorso ottobre, sorti proprio nei giorni di insediamento della nuova amministrazione guidata dal sindaco Diego Ferrara, sembra non esserci pace per il servizio di refezione scolastica a Chieti. Il Comune aveva prorogato la gestione fino al termine di gennaio alla ditta Ladisa, a cui a novembre era stata comminata una penale da 5mila euro per i disservizi e i ritardi delle settimane precedenti. Intanto, lo scorso 22 dicembre, l'ufficio competente ha pubblicato la procedura per individuarne il successore, che si occuperà di preparare il pranzo agli scolari teatini dal mese prossimo. Il bando prevede che il nuovo gestore si impegni a garantire circa 282.167 pasti ogni anno agli alunni di scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado, a partire da febbraio e poi per i prossimi tre anni scolastici, fino al 2023/2024, con un prezzo a base d'asta di 5 euro per ogni menu. C'è tempo per presentare le offerte fino a lunedì 11 gennaio. E la prima perplessità è sorta proprio considerando i pochi giorni lavorativi a disposizione per riuscire a preparare la partecipazione alla gara. I tempi celeri sono stati motivati dal Comune considerando il carattere di urgenza della procedura, dato che il servizio mensa non può bloccarsi a metà anno scolastico. Ma, proprio per questo, nella diffida inviata all'ente e all'Anac, si chiede di prorogare la scadenza per la presentazione dell'offerta, magari In alto e nel tondo le mense scolastiche a Chieti, a destra il sindaco Ferrara con un'ulteriore proroga al precedente gestore, non solo per il tempo ristretto per effettuare i sopralluoghi necessari, ma anche per le limitazioni imposte nelle ultime settimane dalla zona rossa. Vincoli che hanno ulteriormente limitato il periodo a disposizione delle società interessate a partecipare. Inoltre, il disciplinare di gara prevede due requisiti ` imprescindibili. In primis, che la ditta aggiudicataria abbia chiuso i bilanci almeno in parità negli anni dal 2017 al 2019. In secondo luogo, entro 10 giorni dall'aggiudicazione provvisoria, presumibilmente negli ultimi giorni di gennaio, l'assegnatario dovrà allestire un centro cottura organizzato, in cui preparare i pasti per gli alunni, da consegnare entro un tempo massimo di 45 minuti. Qualora, dopo l'assegnazione del servizio, il vincitore non riuscisse a ottemperare a questo obbligo, l'appalto andrebbe direttamente al secondo in graduatoria. Ma il vincolo dei bilanci viene tacciato come «illegittimo» nella diffida a Comune e Anac. In particolare, si fa riferimento a una recente sentenza del Tar di Palermo, secondo cui la clausola «impedirebbe a priori la partecipazione a imprese che, nonostante abbiano registrato nei bilanci degli ultimi tre anni limitate perdite, dispongono di ingenti riserve idonee non solo a ripianarle, ma anche a dimostrare la solidità patrimoniale della società». Inoltre, si chiede di rinviare il termine entro cui presentare le offerte, così da tutelare «un doppio interesse: quello primario della pubblica amministrazione di ricevere il maggior numero di offerte e, quindi assicurare un ampio confronto concorrenziale, e quello delle imprese, di essere poste nelle condizioni di poter presentare offerte formulate ponderatamente e rispondenti alla domanda della pubblica amministrazione». Francesca Rapposelli