scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
15/12/2020

La Regione aumenta il budget per le misure anti-Covid delle aziende

Il Giornale del Piemonte e della Liguria

Oltre 5mila richieste: ora ci sono i fondi per tutti
■ Misure importanti per l'economia regionale, quelle prese nel corso della giunta regionale della Liguria che ha approvato, su proposta dell'assessore al Commercio Andrea Benveduti, le modalità attuative delle concessioni per il commercio su aree pubbliche in scadenza il 31 dicembre 2020. «Grazie al contributo delle regioni e delle associazioni di categoria, che hanno provveduto in tempi stretti a fornire le linee guida al governo, i 4 mila commercianti liguri avranno finalmente le risposte che attendevano da troppo tempo» spiega Benveduti. Sono oggetto di rinnovo, fino al 31 dicembre 2032, le concessioni per le attività del commercio ambulante inserite all'interno di mercati, fiere e posteggi isolati, incluse quelle finalizzate allo svolgimento di attività artigianali, somministrazione di alimenti e bevande, rivendita di quotidiani e periodici e di vendita da parte di produttori agricoli. «Vista l'attuale emergenza, con la stessa delibera - prosegue l'assessore Benveduti - abbiamo stabilito al 30 giugno 2021 il termine ultimo per la conclusione delle procedure amministrative, in modo da consentire ai comuni, che si troveranno in estrema difficoltà nel gestire le istruttorie d'ufficio ad un mese di scadenza dalle concessioni, di avviare nei tempi prestabiliti il rinnovo delle concessioni». Sempre l'assessore Benveduti ha portato in giunta e fatto approvare un provvedimento atteso da molte aziende che rischiavano di essere escluse dai bandi Covid della scorsa primavera. La Regione aveva offerto contributi alle attività costrette ad adeguarsi all'emergenza sviluppando la digitalizzazione e i processi produttivi. Ora la giunta ha integrato con ulteriori 1,2 milioni la dotazione dei bandi. Misure molto apprezzate che avevano raccolto migliaia di richieste «Un ulteriore sforzo dell'amministrazione regionale per accogliere tutte le richieste del territorio - spiega l'assessore Benveduti - Con queste nuove economie riusciremo a trovare la copertura finanziaria per tutte le micro e piccole imprese, che hanno richiesto i contributi a fondo perduto per implementare le proprie dotazioni digitali e adeguare il proprio spazio-lavoro alle norme di sicurezza anti-Covid». Le due misure, che rientrano nell'azione 3.1.1. del Por Fesr 2014-2020, avevano riscontrato a maggio l'interesse di oltre 5.500 imprese, con una richiesta di contributo complessivamente superiore ai 34 milioni. «L'impegno di Regione Liguria va oltre - continua l'assessore - e proseguiremo su questo filone, riaprendo nei prossimi mesi la possibilità, con nuovo bando dedicato, alle attività che non avevano fatto a tempo a redigere la domanda».