scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
22/12/2020

Interventi per 3 milioni di euro e bandi in arrivo anche nel 2021

Il Tirreno

Il presidente Breda traccia un dettagliato bilancio in videoconferenza «Le infrastrutture restano il tema cardine per colmare i gap del territorio» il rapporto della camera di commercio
GROSSETO. La Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno ha tracciato ieri un dettagliato rapporto sugli ambiti di attività che le competono, una videoconferenza di fine anno a cui hanno preso parte, collegandosi, molti rappresentanti delle istituzioni: sindaci, assessori e, per un saluto finale, il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani. Si è parlato di imprese e territorio, delle risorse stanziate nel 2020 e di quelle previste per il 2021, delle linee-guida per nuovi bandi, di infrastrutture e formazione. Il presidente Riccardo Breda ha insistito sulla volontà di raccordo costante con gli enti locali, per affrontare e risolvere problemi atavici come la mancanza di infrastrutture, la necessità di un salto di qualità nella digitalizzazione, lo sviluppo coordinato del turismo. I dati elaborati dal Centro studi e servizi della Cciaa sono stati il naturale corredo della conferenza. L'intervento camerale sul biennio 2020/2021, legato alla pandemia e alle ripercussioni, si attesta su oltre 3 milioni di euro, includendo interventi diretti e indiretti. Quattro i bandi che resteranno attivi anche nel 2021. Il primo riguarda la concessione di contributi a fondo perduto alle microimprese delle province di Grosseto e Livorno per l'adeguamento alle misure per il contrasto e il contenimento alla diffusione del coronavirus nei luoghi di lavoro, con uno stanziamento di 700mila euro. Il secondo bando riguarda la concessione di contributi a fondo perduto finalizzati all'adozione e sviluppo dello smart working (420 mila euro). Altro fronte finanziato dalla Cciaa è quello dello sviluppo dei servizi digitali in ambito turistico, con uno stanziamento di 80mila euro. Infine la concessione di contributi per l'internazionalizzazione delle imprese, un bando che al momento ha esaurito le risorse (c'è una lista di attesa) ma sarà rifinanziato già a gennaio del 2021.Breda, nella sua articolata relazione, ha snocciolato una miriade di numeri: 54 webinar da marzo a oggi, più di uno a settimana, organizzati sul tema del digitale e dell'e-commerce, con oltre mille partecipanti. E ancora l'assistenza per ottenere l'identità digitale Spid o l'accordo stipulato con Ebay, che prevede la gratuità di molti servizi business. In particolare, per quanto riguarda l'internazionalizzazione, nel 2020 sono stati rilasciati oltre 3.850 certificati d'origine attraverso 15 imprese supportate per predisporre i piani cosiddetti "export kick-off". Tra le competenze assegnate dalla riforma alle nuove Camere di Commercio c'è una nuova funzione: la promozione della cultura, riguardo alla quale è stato deciso di rivestire un ruolo attivo. Breda ha accennato al progetto Maremma e Tirreno Itinerari Chatbot, che prevede la proposta di itinerari storico/culturali attraverso un'intelligenza artificiale. La sperimentazione è stata compiuta su due itinerari (Modigliani e le Città degli Etruschi). Sia a Livorno che a Grosseto sono state quasi completate l'informatizzazione del patrimonio bibliografico e la catalogazione di molti documenti di storia economica locale. Un accenno alle 22 partecipazioni dell'ente camerale, molte delle quali strategiche per il territorio: Grosseto Fiere e Seam per restare in Maremma. «Con l'avvicinarsi del 2021 - ha concluso Breda - aggiungo solo un'osservazione sulle priorità: le infrastrutture restano il tema cardine e non possiamo permettere che opere come il Corridoio Tirrenico rimangano fuori dalla prima "mandata" di interventi infrastrutturali, come invece è accaduto per un mancato passaggio di competenze. Lo rammentiamo alla ministra De Micheli». -- © RIPRODUZIONE RISERVATA