scarica l'app
MENU
Chiudi
12/12/2020

Innovazione, più di 18 milioni per le imprese

Corriere dell'Umbria

Bando della Regione per supportare ricerca e sviluppo. Da Palazzo Donini subito tre milioni e 600 mila euro, altri 15 milioni saranno stanziati dal ministero
"Così si rilancia economia" E' quanto sostiene l'assessore Michele Fioroni
PERUGIA • Supportare una innovazione che produca in tempi rapidi benefici all'economia del territorio. E' l'obiettivo della delibera con cui la giunta regionale dà il via libera alla pubblicazione del bando ricerca e sviluppo. L'avviso prevede tre milioni e 600 mila euro ma la dotazione finanziaria verrà innalzata, fino ad un massimo di 15 milioni, appena saranno stanziate le risorse dell'accordo tra la Regione e il ministero per la Coesione Territoriale che prevede il rifinanziamento delle misure "deprogrammate" per l'emergenza da Covid. L'avviso finanziera progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, della durata di 15 mesi e con un valore complessivo che va da un minimo di 130.000 euro a un massimo di un milione e 500 mila euro. I destinatari sono grandi imprese e Pmi, operanti prevalentemente nel settore manifatturiero e dei servizi di produzione, che potranno accedere alla piattaforma dedicata al bando a partire dal 20 gennaio al 20 marzo 2021. Il bando punta anche a favorire la collaborazione delle imprese con start-up e centri di ricerca, nonché a supportare l'occupazione qualificata, in particolar modo quella femminile, con l'obiettivo di contribuire a superare il divario di genere che è particolarmente accentuato nell'ambito dell'innovazione e della ricerca. "E' una misura che concretizza la volontà, più volte ribadita, di favorire un concreto ed effettivo sviluppo delle potenzialità innovative delle imprese del nostro territorio", ha affermato la presidente della Regione, Donatella Tesei. Anche per l'assessore Michele Fioroni l'avviso ha una rilevanza importante per il rilancio dell'economia regionale. "Il bando - ha affermato l'assessore - si inserisce in un contesto difficile, caratterizzato da una forte crisi economica che ci sta costringendo a focalizzare gli sforzi sul breve termine e sui soggetti più colpiti. Proprio in questo momento però, è fondamentale operare in modo da evitare che si amplifichino i deficit strutturali della regione, e che sia pregiudicato il percorso di ripresa nel medio-lungo periodo. È necessario quindi continuare a sostenere quegli ambiti che possano avere un effetto moltiplicatore nella nostra economia e il bando è soltanto il primo di una serie d'interventi che interesseranno anche investimenti innovativi da parte delle imprese, nonché il supporto alla creazione di nuova imprenditorialità". Prevista la collaborazione tra Regione e Sviluppumbria soprattutto nella fase di valutazione dei progetti. "Anche questo avviso - spiega l'amministratore unico, Michela Sciurpa - si inserisce in quel processo di rinnovamento dell'Agenzia di sviluppo regionale, che la vedrà sempre più attiva nell'ambito dell'innovazione e del trasferimento tecnologico". C.T.

Foto: Assessore Michele Fioroni spiega l'importanza del nuovo bando regionale