scarica l'app
MENU
Chiudi
10/12/2020

Il Comune in soccorso di chi resiste alla crisi

Il Giornale di Vicenza

DUEVILLE. Un bando per aiutare le attività commerciali ed artigiane
Stanziati 28 mila euro, c'è tempo fino a lunedì 14
Sono più di 28 mila gli euro stanziati come contributi per sostenere le attività commerciali e artigianali di Dueville, colpite economicamente nel 2020 dalla pandemia. Da alcuni giorni il Comune ha pubblicato un bando dedicato a queste categorie che avranno la possibilità di accedere a un supporto di mille euro a richiedente, cifra che scenderà a 500 euro per gli esercizi commerciali e le aziende di piccolo artigianato non ancora attive nei mesi di marzo, aprile e maggio dell'anno scorso. «Sono circa 28 mila euro, fondi del nostro bilancio comunale, destinati a quelle realtà commerciali e artigianali che rispettino i requisiti richiesti, come ad esempio l'impegno a non cessare l'attività a Dueville prima del 31 dicembre 2020», dichiara l'assessore al commercio e alle attività produttive, Enrico Pianezzola. «La pandemia, e le misure restrittive conseguenti, hanno colpito duramente l'economia del nostro territorio, perciò come amministrazione abbiamo voluto dare un segnale, un sostegno alle varie realtà con sede a Dueville e in crisi a causa dell'emergenza Covid-19. Siamo consapevoli che la chiusura di attività commerciali e artigianali, eventualità che fortunatamente non si è ancora verificata, danneggerebbe, oltre al tessuto economico, anche quello sociale del paese». Il bando, con i requisiti necessari per accedere al contributo, è pubblicato sul sito istituzionale dell'ente locale. La documentazione dovrà essere compilata come indicato e presentata al Comune, esclusivamente via posta certificata Pec, entro mezzogiorno di lunedì 14 dicembre. «Una volta verificati i requisiti di ciascun richiedente, procederemo con l'erogazione dei contributi in base all'ordine di arrivo delle domande. Questa iniziativa è un sostegno diretto alle attività del paese che affianca quello indiretto del bando per i buoni spesa, da 70 mila euro, utilizzabili dai cittadini solo nei negozi del nostro territorio comunale», conclude Pianezzola.«Siamo consapevoli che mille euro non possono salvare un'attività commerciale in crisi, ma è quanto siamo riusciti a destinare per il 2020». © RIPRODUZIONE RISERVATA