scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
29/12/2020

Fondi alle imprese lombarde per vendere online

Libero - ADOLFO VALLA

Regione e Camere di Commercio investono 3,6 milioni
Grazie al bando sull'internazionalizzazione, le aziende si rilanciano all'estero nonostante il -15% sulle esportazioni
■ I risvolti drammatici della pandemia da Covid-19 non si sono registrati solo in campo sanitario. Anche l'economia sta pagando un prezzo altissimo allo stop che il virus ha imposto ai mercati. Le chiusure delle frontiere, la quasi totale impossibilità agli spostamenti, hanno contribuito in maniera rilevante a un rallentamento dei mercati. Pensiamo solo alle fiere di settore che sono state annullate e ai danni che ne sono susseguiti, soprattutto nel campo delle esportazioni. Un sistema sano, però, davanti a una situazione del genere non subisce, ma cerca di reagire, di trasformarsi per venire incontro alle nuove esigenze. È quello che è successo in Lombardia quando Regione Lombardia e le Camere di Commercio si sono chieste come sarebbe stato possibile sostenere la presenza delle imprese lombarde sui mercati internazionali, nonostante la crisi globale, che nella sola regione ha portato, nel primo semestre 2020, ad un calo delle esportazioni del 15%. Un duro colpo per un'economia che ricava dai mercati internazionali circa il 30% del Pil e il 40% del fatturato delle imprese manifatturiere. RISPOSTE RAPIDE ED EFFICACI La risposta a questo quesito è stata rapida ed efficace e si è manifestata con la rivisitazione completa dell'Accordo per lo Sviluppo Economico e la Competitività. Un protocollo che, attivo dal 2006, sostiene la crescita delle imprese e del territorio e la loro capacità di affermarsi a livello internazionale. Bene, Regione e sistema camerale, coinvolgendo anche il tavolo tecnico regionale per l'internazionalizzazione, hanno modificato i termini dell'accordo in modo da poter sfruttare al meglio tutte le opportunità che il digitale poteva offrire in un contesto complesso come quello attuale. Così facendo è nato, tra gli altri, il "Bando E-commerce 2020 - nuovi mercati per le imprese lombarde", con una dotazione complessiva di 2,6 milioni di euro: 1,8 milioni a carico di Regione Lombardia e 800.000 euro stanziati dalle Camere di Commercio. Il bando aveva e ha l'obiettivo di sostenere le micro, piccole e medio imprese che intendono consolidare e sviluppare la propria posizione sui mercati, servendosi degli strumenti dell'E-commerce utilizzando sia piattaforme esterne all'azienda (B2B o B2C), sia sistemi "proprietari" come siti e app per dispositivi mobili, realizzati e pensati appositamente per quell'azienda. UN SISTEMA CHE NON SI ARRENDE Il bando si è rivelato fin da subito un successo: le imprese partecipando potevano ricevere un contributo a fondo perduto fino a un massimo di 10mila euro, per sostenere fino al 70% delle spese previste e ammissibili, che erano molto ampie: costi di accesso ai servizi di vendita on line sui canali prescelti; realizzazione delle analisi di fattibilità; formazione del personale; acquisizione e utilizzo di forme di smart payment; realizzazione di una strategia di comunicazione rivolta ai mercati esteri; progettazione, sviluppo, manutenzione dei sistemi di E-commerce proprietari e sincronizzazione con canali di marketplace forniti da soggetti terzi; applicazione di strumenti di realtà aumentata (simulatori 3D olografici); registrazione di marchi e via di questo passo. Dal 25 giugno, data della sua apertura, all'11 settembre quando ha chiuso, il bando si è rivelato un successo: sono arrivate 1.650 domande, con una richiesta di risorse cinque volte superiore a quelle disponibili. Tanto che Regione Lombardia, lo scorso 14 dicembre, ha rifinanziato il bando con un altro milione di euro, portando così le domande accolte a 403 (su 638 ammesse). E le altre? Le Camere di Commercio stanno reperendo nuove risorse per il 2021, in modo da rispondere il più rapidamente possibile alle esigenze di un territorio che ha dimostrato di non avere alcuna intenzione di arrendersi. © RIPRODUZIONE RISERVATA LE CINQUE MISURE PER L'INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE LOMBARDE Bando e-commerce 2020: nuovi mercati per le imprese lombarde A CHI È RIVOLTO piccole e medie imprese lombarde CONTRIBUTI RISULTATI DOTAZIONE 2,6 milioni di euro + 1 milione di euro ˉQR D XQ PDVVLPR GL HXUR D IRQGR SHUGXWR 1.650 GRPDQGH SHUYHQXWH OD PLVXUD a VWDWD ULˉQDQ]LDWD a dicembre) 1 Lombardia Point A CHI È RIVOLTO piccole e medie imprese lombarde per OȠLQWHUQD]LRQDOL]]D]LRQH OBIETTIVI 5 DOTAZIONE RUJDQL]]D]LRQH GL FLFOL ZHELQDU IRUPD]LRQH FRQYHJQL WHPDWLFL Fondo internazionalizzazione POR FESR 2014-2020: "Linea internazionalizzazione" A CHI È RIVOLTO imprese lombarde SHU DOOHYLDUH OH ULSHUFXVVLRQL GHO &RYLG RISULTATI 30 40.000 euro SURJHWWL SUHVHQWDWL 2 DOTAZIONE 7,5 milioni di euro Inbuyer Digital 2020 A CHI È RIVOLTO 4 Nuova "Linea internazionalizzazione plus" (dal 30 novembre) A CHI È RIVOLTO imprese lombarde SHU DOOHYLDUH OH ULSHUFXVVLRQL GHO &RYLG CONTRIBUTI piccole e medie imprese GHL VHWWRUL DOLPHQWDUH PRGD DUUHGR FRVPHWLFD EHQL VWUXPHQWDOL VXEIRUQLWXUD DXWRPRWLYH YHUQLFLDWXUD LQGXVWULDOH HGLOL]LD WXULVPR QDXWLFD HQHUJLD H DPELHQWH DOTAZIONE 3 580.000 euro DOTAZIONE 8,3 milioni di euro PLOLRQL SHU ˉQDQ]LDPHQWL D WDVVR ]HUR PLOLRQL D IRQGR SHUGXWR ˉQR D XQ PDVVLPR GL HXUR FRQ LQYHVWLPHQWR PLQLPR GL HXUR SHU SURJHWWL GL H[SRUW LQ SDHVL VWUDQLHUL GL VSHVH DPPLVVLELOL GL FXL OȠ VRWWR IRUPD GL ˉQDQ]LDPHQWR DJHYRODWR H LO FRQWULEXWL D IRQGR SHUGXWR D FDULFR GL 5HJLRQH /RPEDUGLD H D FDULFR GHOOH &DPHUH GL &RPPHUFLR ORPEDUGH