scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
15/12/2020

Falsità informazioni, no espulsioni automatiche

ItaliaOggi Sette - Paolo Cirasa

La falsità di informazioni rese dall'operatore economico partecipante a procedure di affi damento di contratti pubblici e fi nalizzata all'adozione dei provvedimenti di competenza della stazione appaltante concernenti l'ammissione alla gara, la selezione delle offerte e l'aggiudicazione, è riconducibile all'ipotesi prevista dalla lettera c) [ora c-bis)] dell'art. 80, comma 5, del codice dei contratti di cui al dlgs 50/2016; in conseguenza di ciò la stazione appaltante è tenuta a svolgere la valutazione di integrità e affi dabilità del concorrente, ai sensi della medesima disposizione, senza alcun automatismo espulsivo. Così si è pronunciato il consiglio di stato in adunanza plenaria con la sentenza n. 16 del 28 agosto 2020. Nel caso portato all'attenzione del collegio, un'autorità portuale riteneva falsa la dichiarazione resa da un consorzio stabile di imprese, poiché riportante una cifra di affari rilevante ai fi ni della qualifi cazione economino-fi nanziaria comprensiva della cifra di una consorziata sospesa. Ritenuto applicabile l'art. 80, comma 5, lett. f bis) del dlgs 50/2016, veniva disposta l'automatica esclusione dalla gara. Il collegio esclude che la dichiarazione possa essere considerata falsa: non è contestato, infatti, che la consorziata sospesa abbia conseguito la cifra d'affari dichiarata, ma solo che tale cifra possa cumularsi a quella delle altre consorziate. L'inapplicabilità della disposizione, prosegue la sentenza, discende anche dalla corretta ricostruzione dell'ambito applicativo della richiamata norma. In ossequio al principio di specialità, infatti, deve attribuirsi prevalenza all'ipotesi di falso prevista alla lettera c) - oggi c-bis) - dell'art. 80 cit., dovendosi l'applicabilità della lettera f-bis) restringersi alle sole ipotesi in cui le dichiarazioni rese siano obiettivamente false e non fi nalizzate all'adozione dei provvedimenti di competenza dell'amministrazione relativi all'ammissione, alla valutazione delle offerte o all'aggiudicazione dei partecipanti alla gara o comunque relativa al corretto svolgimento di quest'ultima, secondo quanto previsto dalla lettera c). © Riproduzione riservata