scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
09/01/2021

E Tajani presenta le idee di Fi: noi più veloci

Avvenire

Il vanto di Antonio Tajani è che «abbiamo fatto prima noi». Il vice presidente di Forza Italia ha presentato ieri il piano di proposte del partito per la gestione dei fondi Ue: si articola in oltre 250 pagine che rappresentano «l'applicazione concreta delle nostre idee e va oltre il Recovery fund », ha sottolineato il deputato Giorgio Mulè. È il frutto del lavoro di tutti i dipartimenti di Fi e dei tre gruppi parlamentari al Senato, alla Camera e a Bruxelles. Tra i tanti punti citati, gli investimenti per la casa e le infrastrutture, «nella speranza - ha aggiunto Mulè - di avere un confronto con il governo». Renato Brunetta l'ha definito «una bella provocazione per una rivoluzione liberale del Paese», mentre la capogruppo al Senato, Anna Maria Bernini, ha detto di «contare che si avvii una sessione in Parlamento dalla prossima settimana». E ha ribadito: «Il nostro non è un Recovery plan contro, ma "per"». Infine Tajani ha evidenziato la necessità di tempi rapidi per l'uso dei fondi: «Nel nostro progetto ad esempio sugli appalti si parla di usare direttamente la normativa comunitaria, lasciando perdere il codice degli appalti e velocizzando quindi i tempi. Una volta presentato il progetto, rischiamo di avere i soldi, ma che restino lì e che gli investimenti non si realizzino».