scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
01/12/2020

Dopo le critiche il sindaco rinuncia all’esperto culturale

La Stampa - MARIA TERESA MARCHESE

tortona, revocato il bando
TORTONA Travolto dalle critiche il sindaco fa marcia indietro e rinuncia alla figura professionale per rilanciare turismo e cultura a Tortona. Venerdì sera, in Consiglio, Federico Chiodi ha riconosciuto che «il bando per l'assunzione di un professionista specifico è una strada che non mi convince più» e lo ha stralciato dal documento unico di programmazione e dalle variazioni di bilancio. Il progetto di valorizzazione turistico culturale del centro storico resta comunque una priorità (è stato anche finanziato in parte dalla Fondazione Cr Tortona), ma sarà portato avanti con altri strumenti operativi. «Credo che le persone intelligenti quando commettono un errore lo riconoscano - dice il consigliere di minoranza Federico Mattirolo (Progetto Tortona) - e il sindaco si è comportato in modo corretto a fronte di una decisione presa con troppa leggerezza. Tra ufficio Cultura e manifestazioni, Agricoltura e Commercio il Comune ha quasi 20 dipendenti coordinati da 2 dirigenti, con una spesa di 600-700 mila euro annui se non di più. Se a vostro giudizio non sono in grado di svolgere questo lavoro è un problema. Riconosco al sindaco di aver fatto un passo indietro e di essersi preso la responsabilità di un atto che forse, mi chiedo, non era stato da lui suggerito?». Della stessa opinione i consiglieri del Pd Marcella Graziano e Gianni Castagnello, secondo i quali i settori comunali hanno professionalità adeguate per realizzare il progetto. - © RIPRODUZIONE RISERVATA

FEDERICO CHIODI SINDACO DI TORTONA

L'assunzione di un professionista specifico è una strada che non mi convince più