scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
05/01/2021

Dall’arte alla scienza fondazione Cariplo distribuisce 5 milioni in provincia di Pavia

La Provincia Pavese - Fabrizio Merli

Con i suoi bandi ha finanziato operatori del volontariato sosterrà anche il recupero della Cupola Arnaboldi
Fabrizio Merli / paviaNel corso del 2020, fondazione Cariplo ha erogato contributi per 5 milioni di euro, sia nel capoluogo che sul territorio provinciale. Quattro le aree di intervento: servizi alla persona, ambiente, arte e cultura e ricerca scientifica.emergenza covid«Quello che si chiude è stato un anno straordinariamente difficile per le nostre comunità. La risposta di Fondazione Cariplo a questa emergenza ha portato a rivedere la propria programmazione: dei circa 140 milioni erogati, ben 60 milioni di erogazioni sono stati riprogrammati per fronteggiare l'emergenza Covid», spiega il professor Pietro Previtali, componente della Commissione centrale di beneficienza e presidente della Commissione patrimonio della Fondazione.Così, nell'ambito del bando "Let's go" dedicato agli enti del Terzo settore, 460mila euro sono andati a 11 associazioni sul territorio. Con "È di nuovo sport" sono stati assegnati 350mila euro a 50 associazioni sportive, per una media di 8mila euro l'una. il socialeAltri 200mila euro sono andati alle Acli e 310mila euro al Centro di orientamento disabili il Filèremo di Vigevano. Infine, con il bando "Coltivare valore", 226 mila euro all'Associazione famigliare Nova Cana di Santa Margherita Staffora e 322mila euro a Idee solidali, cooperativa sociale onlus di Siziano, per progetti di agricoltura sostenibile e sociale.Fondazione Cariplo è stata attiva anche nei settori dell'arte e della cultura. La somma di 150mila euro è andata alla fondazione Teatro Fraschini di Pavia nell'ambito del bando "Luoghi di innovazione culturale". Altri 475mila euro sono stati destinati alla Camera di Commercio e serviranno, con il bando "Beni aperti", al recupero dei locali che si trovano sotto la Cupola Arnaboldi di Pavia. Infine, 200mila euro sono stati destinati alle attività culturali del Comune di Pavia.C'è poi tutto l'ambito della ricerca scientifica. Con il bando "Covid" 250mila euro sono stati assegnati all'associazione "Trapiantami un sorriso", che promuove la cultura della donazione di organi. Altri 329mile euro sono stati assegnati all'Università di Pavia per la promozione dell'attrattività e della competitività dei ricercatori. Si tratta di progetti che hanno come obiettivo quello di attrarre sul territorio lombardo ricercatori stranieri o italiani all'estero, dotati di progetti di ricerca innovativi vincitori di grants dell'European Research Council. In particolare il progetto pavese ha come oggetto lo sviluppo del cosiddetto "ultrafast imaging come nuova tecnica di imaging ecografico in ambito medico.biodiesel dai rifiutiFondazione Cariplo ha inoltre destinato altri 846mila euro allo Iuss e all'Università, con il bando "Economia circolare", per progetti pavesi che hanno come obiettivo quello di sviluppare nuovi processi di recupero di materiali ferrosi e non ferrosi dalla sabbia di fonderia esausta, lo sviluppo di biodiesel dai rifiuti organici e lo sviluppo di tensioattivi e cosmetici bio ed ecosostenibili.Con 200mila euro è stato finanziato il progetto "Ricerca sociale" dell'Università che ha come obiettivo di migliorare la consapevolezza dei cittadini rispetto all'uso e al valore dei dati nell'era digitale, con particolare riferimento al cosiddetto "capitalismo della sorveglianza", cioè l'utilizzo di "tracce digitali" per orientare o predire i consumi individuali. Infine, sempre all'Università sono stati assegnato altri 250mila euro per il sostegno a progetto di giovani ricercatori. --© RIPRODUZIONE RISERVATA