scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
25/12/2020

Da Fondazione Cr Firenze e Intesa Sanpaolo, 18 milioni per la moda

Milano Finanza - Federica Camurati

Iniziative
Aperto il terzo bando del programma a supporto del tessuto economico del capoluogo toscano. L'obiettivo è sostenere piccole attività del comparto colpite dalla crisi.
Sosterrà la moda e il lifestyle il terzo bando del progetto Rinascimento Firenze, ideato e promosso da Fondazione Cr Firenze e Intesa Sanpaolo. Dopo l'uscita nelle scorse settimane dei bandi dedicati all'artigianato artistico e al turismo e alla filiera culturale, prosegue il sostegno al tessuto imprenditoriale della città metropolitana di Firenze. «Con questo intervento sosterremo il comparto fashion con 3 milioni di euro di contributi di scopo a fondo perduto, erogati dall'associazione Centro di Firenze per la moda italiana, mentre Intesa Sanpaolo metterà a disposizione prestiti d'impatto a tassi agevolati e senza garanzie per un totale di 15 milioni di euro», ha dichiarato Luigi Salvadori, presidente della Fondazione Cr Firenze. Le candidature potranno essere presentate fino all'8 febbraio e il bando è rivolto alle attività economiche e organizzazioni no-profit, facenti parte di piccole e micro imprese del territorio che si distinguono per l'alta qualità delle produzioni e la presenza nei principali mercati internazionali. «In target abbiamo 2.800 potenziali soggetti. Tra i criteri per iscriversi al bando, un fatturato 2020 in calo di almeno il 25% e un minimo di cinque dipendenti», ha proseguito il direttore della Fondazione, Gabriele Gori. «Sarà un progetto innovativo di economia civile con un'alta valenza sociale che ha come scopo anche quello di consentire il mantenimento e l'incremento dei posti di lavoro». Le risorse richieste andranno a supportare progetti di continuità e di rilancio da attuarsi nell'arco massimo di 18 mesi in grado di generare un impatto sociale diretto o indiretto sul territorio. «Grazie ai prestiti di impatto la nostra banca mette a disposizione una soluzione innovativa e sostenibile, che rappresenta una forma di capitale paziente a disposizione degli imprenditori che vorranno realizzare progetti che rilancino questa filiera strategica e ne consolidino la vocazione all'internazionalizzazione», ha concluso Raffaello Ruggieri, chief lending officer di Intesa Sanpaolo. (riproduzione riservata)

Foto: Da sinistra, Luigi Salvadori e Gabriele Gori di Fondazione Cr Firenze