scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
05/12/2020

Collegamenti per le isole Addio alla convenzione Gara per ogni singola rotta da gennaio. prevista la clausola sociale per i lavoratori

Il Secolo XIX - Si. Gal.

genovaUna mini proroga sino a gennaio, quando partiranno i nuovi bandi. Tirrenia incassa ancora qualche giorno, poi il ministero lancerà un bando per ogni singola rotta che collega la Sardegna alle coste del resto d'Italia.Stop alla convenzione generale che garantiva all'armatore 72 milioni di euro per la continuità territoriale. Il piano del governo per mettere mano alle rotte lo hanno anticipato i parlamentari sardi di Pd e del M5S che hanno incontrato ieri la ministra dei Trasporti, Paola De Micheli. «Fino all'entrata in vigore del nuovo modello l'Isola sarà collegata alle altre regioni attraverso gli attuali meccanismi - scrivono i parlamentari della maggioranza - i collegamenti non saranno legati ad una convenzione ma verranno affidati in base a diversi bandi di gara, uno per ciascuna tratta». I prossimi passi del Mit prevedono anche un tavolo con la Regione Sardegna per definire gli oneri di servizio pubblico e la predisposizione e pubblicazione dei bandi, che «saranno ancorati ad alcuni principi irrinunciabili, inseriti in una specifica risoluzione parlamentare». E ancora: «I collegamenti per il trasporto di passeggeri e merci, dovranno avere un costo equiparato a quelli che avvengono sulla terra ferma». Inoltre chi si candiderà a gestire il servizio dovrà garantire «navi in possesso delle certificazioni di eco-compatibilità rispetto ai combustibili e alle misure di efficientamento energetico utilizzate». Sarà anche prevista la clausola sociale così da salvare i lavoratori. I sindacati però non approvano. La Cgil fa notare che «se fosse confermata l'intenzione di andare verso questi nuovi bandi, il giudizio è fortemente contrario». È il segretario Generale Filt Cgil Sardegna Arnaldo Boeddu a lanciare l'allarme: «Sarebbe opportuno verificare vantaggi e svantaggi». Meglio «un'unica gara per tutte le rotte» perché potranno partecipare armatori con importanti capacità imprenditoriali. La tratta singola può aprire le porte a compagnie «che non sarebbero in grado di garantire continuità di servizio e lavorativa». --Si. Gal.