scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
22/12/2020

Centro, i locali ci sono ma servono incentivi per favorire gli affitti

Gazzetta di Modena - Mattia Cocchi

Lo chiede il sindaco Goldoni alla Regione per il commercio «In paese già disponibili 36 locali e altri 20 sono in arrivo» san felice
Mattia CocchiSAN FELICE. Continua l'impegno del Comune per il sostegno alle imprese cittadine, nell'attuale complicato periodo legato al Covid-19, e per favorire il rilancio del centro storico dopo il sisma del 2012. Dopo i 50mila euro erogati dal Comune a fondo perduto nei mesi scorsi per aiutare aziende e negozi danneggiati dal virus, nei giorni scorsi l'Ufficio tecnico comunale, su richiesta del sindaco Michele Goldoni, ha effettuato una ricognizione in centro storico, individuando 36 locali del centro già pronti per ospitare attività commerciali e altri 20 in via di ultimazione. Il sindaco Goldoni ha quindi scritto al presidente della Regione e commissario straordinario per la Ricostruzione Stefano Bonaccini chiedendo che così, come è stato fatto con i bandi rivolti ai commercianti per rivitalizzare i centri storici terremotati, valuti «la possibilità di dare vita ad interventi economici e/o legislativi mirati anche sul fronte affitti in via esclusiva per i Comuni del cratere». Il problema del caro affitti rischia di essere un serio ostacolo al rientro dei negozi in centro, «in un momento come l'attuale in cui la piccola distribuzione sta soffrendo fortemente anche per colpa degli effetti economici nefasti causati dalla pandemia in atto. Stiamo parlando - ha scritto ancora il primo cittadino nella missiva - di una problematica che necessita di una risposta concreta ed oltremodo rapida». Il sindaco Goldoni ha scritto anche agli istituti di credito sollecitando interventi a favore dei commercianti, dato che i bandi regionali prevedono il rimborso dei costi sostenuti dai negozianti per l'acquisto di nuovi arredi e/o altre attività con un limite massimo del 50 o 70 per cento. La richiesta alle banche è quella di valutare una possibile erogazione di mutui a tasso agevolato, in favore dei commercianti assegnatari dei fondi, per coprire la restante percentuale non prevista dai bandi regionali. «Il Comune - ha dichiarato Goldoni - cercherà in tutti i modi, con i mezzi che ha a disposizione, di favorire il rientro in centro storico delle attività commerciali. Invito inoltre i nostri concittadini a effettuare il più possibile le loro spese, anche natalizie, negli esercizi del paese per aiutare l'economia del nostro territorio». --