scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
02/12/2020

Bando pubblico Alsia sul programma di sviluppo rurale Basilicata 2014/2020

La Gazzetta Del Mezzogiorno

MIGLIONICO L'OBIETTIVO È QUELLO DI OFFRIRE UN SERVIZIO DI CONSULENZA, A BENEFICIO DELLE AZIENDE AGRICOLE
ECCO LA FINALITÀ «Migliorare la difesa fitosanitaria purché a basso apporto di pesticidi»
l MIGLIONICO. Migliorare la qualità della coltivazione dei campi agricoli, rendendoli sempre più fertili e produttivi. Ma anche più protetti dagli attacchi degli innumerevoli agenti patogeni, presenti nell'ambiente, i quali, proliferando in modo esponenziale, condizionano negativamente sia la vita delle piante sia la produzione degli alimenti sotto il profilo qualitativo e quantitativo. È l'obiettivo dell'agricoltura miglionichese che, in paese, rappresenta il settore primario sotto il profilo economico. A riguardo, giova sottolineare come, nelle locali contrade, l'evoluzione del settore agricolo sia fortemente connesso allo sviluppo tecnologico. Un fattore, quest'ultimo che, col passare degli anni, senza dubbio, ha contribuito ad elevare sia le conoscenze degli agricoltori sia le loro tecniche di coltivazione della terra. In particolare, negli ultimi anni, l'utilizzo di alcuni fertilizzanti ha permesso anche a parecchi contadini miglionichesi di praticare un'agricoltura di tipo "intensivo" e di mettere da parte il vecchio principio legato all'agricoltura della semplice "sussistenza", ovvero, di quella pratica agricola basata sull'idea di dover produrre soltanto una quantità di alimenti sufficiente a sostenere il fabbisogno alimentare nel semplice ambito familiare. In ordine a tale problematica, l'Alsia di Matera (Agenzia lucana di sviluppo e di innovazione in agricoltura), nei giorni scorsi, ha pubblicato il bando pubblico, denominato "Programma di sviluppo rurale Basilicata 2014/2020", che ha l'obiettivo di offrire un servizio di consulenza, a beneficio delle aziende agricole. Il fine che si vuol perseguire è quello di voler migliorare la "difesa fitosanitaria a basso apporto di pesticidi". A tal proposito, nel testo del bando si legge che, «nel prossimo triennio, si vuole fornire un servizio di consulenza specialistica diretta agli imprenditori agricoli, a supporto delle scelte gestionali per la difesa integrata e biologica delle colture, in linea con gli indirizzi e le normative comunitarie e nazionali per la sostenibilità ambientale della attività agricole». Per la precisione, la consulenza che si vuole offrire riguarda tre servizi: il primo è riferito a quello inerente «l'organizzazione aziendale per la gestione dei prodotti fitosanitari»; il secondo, invece, chiama in causa «la corretta distribuzione dei prodotti fitosanitari»; il terzo, infine, è correlato all'idea di affermare il principio della «sostenibilità ambientale». È utile precisare che il bando «è riservato a un massimo di 842 aziende agricole lucane. I richiedenti devono essere titolari di aziende agricole in possesso di partita Iva, con iscrizione alla Camera di Commercio di Basilicata e con fascicolo aziendale». La domanda di partecipazione al bando può essere scaricata dal sito dell'Alsia e presentata tramite Pec al seguente indirizzo: alsia@postecert.it. Ma può essere anche consegnata a mano presso il protocollo delle strutture dell'Alsia, con l'indicazione "Bando servizi consulenza Psr-Mis. 2.1. [gi.am.]