scarica l'app
MENU
Chiudi
02/12/2020

Asl Piemonte, gare d’appalto “truccate”

Avvenire

Anche i gioielli erano buoni per ottenere informazioni e vincere bandi d'appalto nelle Asl piemontesi. Ieri la Guardia di finanza di Torino ha eseguito 15 misure cautelari (5 gli arresti domiciliari) tra dipendenti Asl, commissari di gara, agenti e rappresentanti di aziende mediche accusati di corruzione, turbativa d'asta e frode nelle pubbliche forniture. L'inchiesta riguarda varie gare bandite a Torino, Novara, Asti e Alessandria. In un caso un impiegato falsificava i documenti dell'ospedale in modo che il prodotto sanitario tornasse al produttore; in un altro la commissione di gara ha favorito un'impresa nell'appalto di camici in cambio di pietre preziose; invece in un terzo (del valore di un milione di euro) le informazioni per vincere il bando si pagavano subito e in contanti. In totale il giro degli "appalti facili" ha truffato 3 milioni e mezzo di euro.