scarica l'app
MENU
Chiudi
05/01/2021

Appalto per l’auditorium all’ex concerto Pugnaloni: «Osimo riavrà il suo cinema»

Corriere Adriatico

Sala polivalente da 99 posti, cantiere al via in primavera quando partiranno anche i lavori del bypass
I PROGETTI
OSIMO Si è chiuso con il botto il 2020 di Osimo in termini di opere pubbliche. Dopo la gara per la realizzazione del bypass comunale di Padiglione, la stazione unica appaltante della Provincia di Ancona il 29 dicembre ha reso pubblica anche la procedura per l'auditorium all'ex cinema Concerto. Due opere attese da anni per dare una svolta alla viabilità di Padiglione e al contenitore culturale di piazzetta San Giuseppe chiuso da quasi un decennio.
L'appalto per il secondo stralcio del bypass, dalla nuova rotatoria di via Jesi al ponte sul Musone di via Montefanaese, prima del Mc Neil, è da 970.399,51 euro, che il Comune ha preso da un nuovo mutuo. A questa somma si aggiungeranno circa 200mila euro di Astea per i lavori ai sottoservizi, che andranno svolti seguendo le prescrizioni della Provincia. È questo uno dei motivi, se non il principale, che ha allungato l'iter per il completamento del bypass, la cui prima parte a monte, tra la rotatoria de La Coccinella e via Jesi passando davanti al Filo d'Oro in via Linguetta, era stato inaugurato a novembre 2019. Le offerte per questa procedura dovranno giungere alla stazione unica appaltante della Provincia entro il 29 gennaio, con apertura delle buste il 10 febbraio.
Il secondo acuto
La seconda gara pubblicata a fine anno è quella per i lavori di realizzazione di un auditorium comunale nei locali ex cinema, connesso al polo bibliotecario dell'ordine dei frati conventuali dell'adiacente Santuario di San Giuseppe. Il totale dell'appalto è di 440.529,40 euro, fondi che il Comune ha ricevuto dalla Regione nell'ambito dell'accordo di programma stipulato con i frati conventuali. I quali, come noto, hanno acquistato dal Comune per 550mila euro il 70% dell'ex cinema dove spostare la più grande biblioteca francescana del Centro Italia da rendere aperta al pubblico. Oltre ai locali soprastanti dell'ex banda cittadina che verranno usati per un piccolo ostello. Il progetto, per l'alta finalità culturale e turistica, ha ottenuto nel 2018 il finanziamento dell'allora giunta Ceriscioli. Il Comune con quei 400mila euro della Regione trasformerà ora il 30% dell'ex cinema (parte della platea) che gli è rimasto, per farci l'auditorium polivalente. I frati che hanno avviato l'anno scorso i loro lavori hanno consegnato al Comune progetto e locali grezzi dove realizzarlo. «Sia bypass che auditorium fa sapere Pugnaloni- vedranno aperto il cantiere tra marzo e aprile, così entro fine anno abbatteremo del 75% il traffico all'incrocio di Padiglione e ridaremo alla città un suo cinema con una sala polivalente da 99 posti». Altra novità di fine anno è l'arrivo in Comune di altri 310mila euro di fondi regionali. Si tratta di un anticipo dei 3,1milioni di euro previsti per la viabilità tra il nuovo ospedale all'Aspio e Osimo, che corrisponde alla prima parte della variante a nord: rotatoria davanti al CargoPier e bretella tra via Sbrozzola e via Ancona. Con i 310mila euro il Comune commissionerà il progetto da appaltare per la bretellina dalla Sbrozzola ma anche il preliminare dell'intera variante a nord, ovvero il tracciato da apporre sul Prg che da via Ancona salirà al Borgo e poi incrociando via Gattuccio scenderà verso il bypass di Padiglione.
I finanziamenti
«Nel rispetto istituzionale dell'attuale giunta regionale eletta a settembre, mi corre l'obbligo commenta Pugnaloni- di ringraziare l'ex Presidente Ceriscioli per aver donato ad Osimo tanti fondi per variante a nord, ex cinema concerto, locali ex Campanelli per il Ridotto della Fenice, piste ciclabili e museo del Covo. Sono certo che anche il Presidente Acquaroli continuerà ad esserci vicino».
Giacomo Quattrini
© RIPRODUZIONE RISERVATA