scarica l'app
MENU
Chiudi
07/01/2021

Ambulanti in cerca di concessione Negri: «Risolveremo il loro caso»

QN - Il Resto del Carlino

COMACCHIO Il sindaco Pierluigi Negri (foto) riprende in mano il 'caso' del rinnovo delle concessioni agli ambulanti garantendo un lieto fine basato su tempi certi. Un passo necessario per recuperare il ritardo che è stato provocato da un bando sospeso, superato dall'attuale normativa, che ha portato al decadimento delle domande presentate dalle imprese cinque anni fa costringendole, oggi, a rimettere mano al portafoglio replicando l'iter burocratico. Disservizi ignorati nonostante i ripetuti solleciti delle associazioni di categoria indirizzati alla passata amministrazione, perché mettesse ordine nel settore del commercio open air. «Piano piano tutti i nodi vengono al pettine - dice il sindaco - nell'ultimo periodo abbiamo scoperto una situazione a dir poco incredibile e, per motivi di trasparenza, è nostro dovere illustrare l'accaduto». L'1 dicembre del 2016, ricorda, gli ex amministratori hanno aperto un bando per assegnare le 630 concessioni in area pubblica. «Un atto importante per uno dei settori cardine del territorio, che produce un indotto importante - spiega - le proroghe del bando sono state diverse ma in ogni caso, all'inizio di settembre del '17, l'amministrazione comunale avrebbe dovuto assegnare i parcheggi. Così non è stato». Neppure il cambio del quadro legislativo avvenuto a novembre 2018, sostiene, ha rotto l'immobilismo. «Nonostante l'ex assessore competente, Robert Bellotti, sia un operatore del settore, da amministratore ha continuato a ignorare gli ambulanti e le sollecitazioni delle associazioni di categoria», dice Negri. Il risultato? «I soldi spesi da ogni singolo commerciante, 400 euro a domanda, è come fossero stati buttati al vento - prosegue il sindaco - concordo con le dichiarazioni rilasciate di recente da Luca Callegarini di Confesercenti e, per quanto ci riguarda, sono certo che il nostro assessore al Commercio Luca Bergonzi saprà dare le risposte necessarie nei tempi previsti». Rimettere in moto la macchina organizzativa comunale, sottolinea il sindaco, resta una priorità dell'Amministrazione. «Avevamo promesso un cambio di passo e di percorrere strade opposte rispetto alla giunta Fabbri - conclude - proseguiremo in questa direzione per il bene dei cittadini e dei nostri commercianti». Monica Forti © RIPRODUZIONE RISERVATA