scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
03/12/2020

Aiuti alimentari e buoni per la spesa Via al sostegno di famiglie e imprese

Corriere Adriatico

Approvato a larga maggioranza il pacchetto di aiuti. In bilancio stanziati quasi 180mila euro
IL WELFARE
PORTO RECANATI Aiuti alimentari, buoni spesa, fondi agli esercizi commerciali per il ristoro delle perdite a causa della pandemia. Sono alcuni degli strumenti che il consiglio comunale ha approvato a larga maggioranza (oltre alla maggioranza, i gruppi Porto Recanati a cuore e Movimento 5 Stelle, astenuti invece Città Mia e Uniti per Porto Recanati) l'altra sera per far fronte alle difficoltà che stanno affrontando le famiglie e gli operatori economici portorecanatesi.
Il pacchetto
Un pacchetto da circa 180mila euro che prosegue gli strumenti già avviati nei mesi scorsi, con i quai l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Roberto Mozzicafreddo intende alleviare i disagi che si è costretti a patire nel periodo delle festività. A indicare gli strumenti messi in campo è lo stesso primo cittadino. «Verrà riproposto, per un totale di 84.000 euro, il bando per erogare aiuti alimentari alle famiglie in difficoltà - spiega Mozzicafreddo -. L'erogazione dei buoni e degli alimenti (pacchi alimentari) avverrà mediante l'adesione al bando che verrà emesso come nella primavera scorsa e sarà a beneficio di tutte quelle famiglie che versano in uno stato di necessità primarie, anche a causa di perdita di lavoro o di redditi abituali». Come detto la cifra è solo uno degli strumenti adottati.
«Dai capitoli di Turismo e Commercio relativi agli operatori che hanno rinunciato ad attuare alcune iniziative natalizie precedentemente programmate - spiega ancora il sindaco -, sono stati stanziati 40.000 euro per buoni acquisto destinati ai nuclei famigliari da spendere in negozi, non alimentari, di Porto Recanati. L'iniziativa, fortemente voluta da questa amministrazione, ha voluto considerare anche il difficile momento di quelle famiglie che, pur riuscendo a fare fronte alle spese alimentari, non riescono ad acquistare beni altrettanto necessari ma non configurabili come alimentari ed ha voluto contemporaneamente imprimere una spinta ed un sostegno al commercio locale. I buoni spesa shopping saranno infatti spendibili esclusivamente nei negozi di Porto Recanati che aderiranno, nei prossimi giorni, all'iniziativa. Sempre nei prossimi giorni sarà pubblicato un bando apposito per usufruire dei buoni shopping».
Il bando
Il pacchetto comunale si affianca, naturalmente, a quanto predisposto dal governo a livello nazionale. «Ulteriori 50mila euro provenienti dal fondo risarcito dal Governo al Comune per le mancate entrate a causa del Covid 19 - conferma il primo cittadino -, verranno erogati a quelle imprese locali che hanno visto l'arresto della propria attività nel primo lockdown. Potranno usufruirne solo coloro che non hanno pendenze con il Comune e potrà essere utilizzato per pagare i tributi comunali, ad esempio la scadenza di dicembre della Tari».
Veronica Bucci
© RIPRODUZIONE RISERVATA