scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
16/12/2020

AcegasAps vince il ricorso al Tar, appalto rifiuti in bilico

Il Gazzettino

LA SOCIETÁ VINCITRICE ORA ANDRÁ AL CONSIGLIO DI STATO: L'ASSEGNAZIONE DELLA GARA SLITTERÁ DI SEI MESI
ALBIGNASEGO
AcegasApsAmga Spa ha vinto il ricorso al Tar, ribaltando l'affidamento del servizio di raccolta differenziata nei Comuni di Albignasego, Casalserugo e Ponte San Nicolò (per un valore complessivo di 16.100.492,70 euro in cinque anni) alla Teknoservice srl. In un primo tempo la ditta torinese si era aggiudicata l'appalto conquistando 78,604 punti: 55,5 relativi all'offerta tecnica, 23,104 a quella economica. Seconda si era piazzata Acegas, con 78,539 punti: offerta tecnica, 48,539 punti, economica 30 punti. La multiutility giunta seconda ha presentato ricorso al Tar per delle incongruenze sui punteggi attribuiti in sede di apertura delle buste. L'autorità giudiziaria ha accolto in pieno le ragioni della società. Da qui la decisione da parte della Teknoservice di ricorrere al Consiglio di Stato. Dato che i tempi di affidamento definitivo si stanno notevolmente allungando, il Comune di Albignasego ha stabilito di appoggiarsi a Sesa, almeno fino al prossimo 28 febbraio, quale garante transitorio dell'appalto.
«Il servizio di raccolta differenziata, porta a porta, è considerato essenziale commenta l'assessore all'Ambiente, Maurizio Falasco non lo si può fermare. Fino allo scorso 31 ottobre lo stesso veniva portato avanti da Sesa, insieme alla vicentina Savi. Dal 1. novembre scorso è subentrata solamente Sesa». Dalla Savi sono però trasmigrati cinque dipendenti fissi, che già operavano ad Albignasego. «La procedura sta subendo dei ritardi rispetto alla nostra tabella di marcia aggiunge tuttavia, desidero rassicurare i cittadini: la raccolta differenziata continuerà come sempre, non vi sarà alcuna ripercussione. In ogni caso ci auguriamo che la situazione si sblocchi al più presto, per così partire con i servizi aggiuntivi, a tutto vantaggio della popolazione». Non sono convinti della celerità del passaggio, da Sesa ad Acegas o a Teknoservice, Michele Cannito, rappresentante sindacale Fiadel territoriale e Pasquale Bolzonella, segretario provinciale Fiadel: «Qualora il ricorso al Consiglio di Stato venisse confermato, i tempi della sentenza non saranno di certo brevi. L'incarico potrebbe essere affidato ufficialmente addirittura dopo l'estate del 2021». «L'importante continuano è che le attività vadano avanti. Possiamo garantire sulla professionalità e competenza dei nostri operatori». Nella ripartizione della gara, il Municipio capofila è Albignasego, con 8.733.000 euro; a seguire Ponte San Nicolò, 5.245.000 euro, e Casalserugo, 2.107.000 euro. Nella graduatoria finale, al terzo posto si era classificata Idealservice di Pasian di Prato (Udine) con 55,821 punti; quarto il Consorzio Nazionale servizi società cooperativa di Bologna (44,554). A conti fatti, si tratta dell'appalto più importante in termini economici che l'Unione Pratiarcati, in qualità di Centrale unica di committenza, abbia mai trattato. L'obiettivo dichiarato dell'amministrazione è incrementare ancor di più la percentuale della differenziata. Fra le novità più importanti da avviare, l'introduzione dei bidoni taggati per il conferimento del secco. In una prima fase il progetto dovrebbe essere attuato in una sola zona del comprensorio.
Francesco Cavallaro
© RIPRODUZIONE RISERVATA