scarica l'app
MENU
Chiudi
08/12/2020

A Rianimazione la gara fallisce Si fa il bando-bis

La Provincia Pavese - Paola dellagiovanna.O.M.

stradella - in ospedale
STRADELLAÈ andato deserto il bando da 1,2 milioni di euro con cui Asst Pavia voleva assegnare la gestione del servizio di Anestesia e Rianimazione in tutto il presidio ospedaliero di Broni-Stradella. Alla scadenza dei termini per la presentazione delle offerte, infatti, non è arrivata all'azienda nessuna proposta. gara su 4 lottiDa qui la decisione di indire nuovamente il bando, suddividendolo in 4 lotti, e aumentando a 1,3 milioni di euro la base d'asta. L'assegnazione ad una ditta esterna della gestione degli anestesisti e rianimatori si era resa necessaria dopo che i precedenti bandi per l'assunzione di queste figure professionali erano andati anch'essi deserti a causa delle condizioni contrattuali troppo svantaggiose (assunzione a tempo determinato solo per sei/otto mesi). La ricerca di una società che gestisse interamente il servizio è sembrata la soluzione ideale per continuare a garantire il funzionamento del punto nascite, delle sale operatorie, ma così non è stato. Ora, quindi, bisogna accelerare i tempi altrimenti il rischio è che non si riesca a garantire nemmeno la copertura minima delle guardie mediche. Il gruppo di lavoro, interno all'azienda, che si è occupato della stesura del primo bando, ha deciso di suddividere l'appalto in quattro lotti, aggiudicabili separatamente, per andare incontro alle esigenze attuali del mercato, e a rivedere in aumento la base d'asta.Il nuovo bando prevede l'assegnazione, sempre per un anno, rinnovabile per altri dodici mesi, del servizio, suddiviso in 4 lotti: guardia anestesiologica/rianimatoria diurna (lotto 1), guardia anestesiologica/rianimatoria notturna (lotto 2), sala operatoria 1 (lotto 3), sala operatoria 2 (lotto 4). Come per il precedente, l'appalto sarà assegnato con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa. --O.M.