scarica l'app
MENU
Chiudi
15/01/2020

Strisce pedonali fantasma Il Comune corre ai ripari

Corriere Adriatico

Domani alle 17,45 all'asilo nido di Moie secondo incontro della rassegna «Benessere genitori»
Appalto da 40mila euro per rendere più visibili gli attraversamenti anche di notte
LA SICUREZZA
JESI Strisce pedonali ormai sbiadito miraggio in troppe parti della città. E così, mentre spuntano qua e là le segnalazioni sui social, l'amministrazione prova a metterci una pezza attingendo ai risparmi - circa 40 mila euro - della gara d'appalto per le asfaltature prossime al via. «Sarà varato un piano di ripristino della segnaletica orizzontale che riguarderà l'intero territorio comunale - spiegano dal Comune - agli uffici comunali è stato affidato l'incarico di predisporre un programma di priorità in particolare per gli attraversamenti pedonali nei tratti più delicati della viabilità e dove c'è maggiormente bisogno di intervento».
Soluzioni tecniche
Predisposto il progetto, si procederà alla gara d'appalto. Così all'attività svolta direttamente dai dipendenti comunali, si affiancherà quest'altro stralcio, cercando di individuare tecniche e soluzioni più adeguate per una segnaletica il più possibile visibile di notte e che duri nel tempo» Nel 2012 si provò con le strisce pedonali adesive ma con scarso successo, perché dopo poco le stesse cominciarono a staccarsi e perdere pezzi e ci fu bisogno di intervenire nuovamente e alla maniera tradizionale, non senza polemiche. In troppi punti in città, anche su assi viari principali, gli attraversamenti pedonali si vedono a stento.
Attenzione in particolare per quelli nei pressi delle scuole di ogni ordine e grado e dei luoghi e impianti pubblici più frequentati, come pure su strade ad alto tasso di rischio per i pedoni come via XXIV Maggio, via del Prato e via Gallodoro, viale della Vittoria e viale del Lavoro, via San Giuseppe. E' intanto in partenza, e prenderà il via dai marciapiedi di via XX Luglio all'altezza della scuola Monte Tabor, il primo stralcio del piano di manutenzioni e asfaltature programmate per il biennio. Interessati da questo lotto, per un importo di poco più di 206 mila euro, saranno il tratto finale di Via Fausto Coppi dopo la rotatoria, l'intera Via Campolungo, la salita di Via degli Appennini, tratti di Via Roma e altre strade secondarie della zona ovest di Jesi.
Nuova rotatoria
In fase d'avvio inoltre la realizzazione della nuova rotatoria, che sostituirà quella temporanea con jersey in plastica e sperimentata da circa un anno mezzo, all'intersezione fra viale Don Battistoni e via Ancona. Sarà anche predisposto in via Ancona uno spartitraffico, fra gli incroci con viale Don Battistoni e quello con viale Don Minzoni, che impedirà ai veicoli in uscita dal centro urbano di attraversare la carreggiata per raggiungere le attività presenti sul lato sinistro della strada (fra le quali il centro sportivo Pieralisi e l'Hotel Federico II) e di immettersi su via della Figuretta.
Fabrizio Romagnoli
© RIPRODUZIONE RISERVATA